30 novembre domeniche dei bambini “Tante piccole storie d’amore”

TANTE PICCOLE STORIE D’AMORE

 

 Il 30 Novembre alle ore 11.00 al Teatro Furio Camillo Circus Bosch presenta lo spettacolo “Tante piccole storie d’amore”.

Di e con Valeria Zurlo – CIRCUS BOSCH

Un personaggio femminile un po’ clown un po’ fata scostumata, scambia pensieri ed esperienze sull’amore con i piccoli e meno piccoli, narra piccole storie vissute. Storie narrate vissute con l’ausilio di numerose abilità circensi: giocoleria, trapezio statico, anello aereo, tessuti aerei, equilibri su rullo, rola bola, danza libera e movimento acrobatico.

Storie allegre, ironiche, seriose e serie; storie originali, conosciute e meno conosciute; coinvolgimento del pubblico grande e piccino…, per condividere il percorso di una vita intera dalla nascita alla Vita/Morte/Vita, quella di tutti noi, quella della donne…

 

Durata: 50 min

Dai 3 anni in su

 

 

30 Novembre2014, ore 11.00

Teatro Furio Camillo

via Camilla, 44 – Roma   a 100 mt dalla Metro A Furio Camillo

biglietto: € 8,00 bambini – €10,00 adulti

info@teatrofuriocamillo.it

www.teatrofuriocamillo.it

28 – 30 novembre “Shottery Road”

Scritto e diretto da

Chiara Spoletini

con

 Gabriele Farci, Emanuele Gabrieli, Igor Petrotto, Ivano Picciallo e Ludovica Bei

locandina shottery furio camillo

Shottery road è una strada di campagna inglese nei pressi di Stratford upon Avon, che conduce a un villino isolato.

Stanislao e Olivio, due poveracci italiani, l’hanno percorsa perché devono entrare in casa e uccidere chi vi abita. Un omicidio che gli è stato imposto da un misterioso committente, in cambio di una grossa somma denaro che gli permetterà di sopravvivere ai soprusi della mala locale.

Quando i due riescono a entrare nella villa però, trovano la loro vittima in un lago di sangue; la persona che avrebbero dovuto uccidere è già morta.

A questo punto le possibilità per Stan e Oly sono due: andare via e rinunciare ai soldi, diventando così vittime certe della mafia inglese, o tentare di capire chi sta giocando con le loro vite.

 

Shottery road è uno dei primi testi teatrali scritti da Chiara Spoletini, giovane scrittrice radiofonica e teatrale che propone un giallo brillante che mescola suspance e colpi di scena alla comicità tipicamente inglese raccontata dagli atteggiamenti e dal linguaggio dei personaggi.

La compagnia, rigorosamente under 30, sfida un genere non facile, complesso da gestire, a livello di drammaturgia per quanto riguarda gli intrecci, i colpi di scena e le continue svolte di trama e per ciò che riguarda la messa in scena, perché la storia si svolge tutta in un’unica ambientazione, una sala da pranzo, è lì che tutto accade, a vista dello spettatore al quale si chiede di aprire bene gli occhi e le orecchie per riuscire a scoprire, prima della fine, chi è il vero colpevole in questa storia.

Shottery road è uno spettacolo anomalo per quello che è il panorama teatrale italiano, è una novità, un giallo scritto da una giovane attrice e drammaturga italiana, interpretato da giovani professionisti italiani, che non basano le proprie conoscenze del genere sugli ormai stanchi polizieschi proposti dalla televisione di bandiera, ma affonda le proprie radici nel giallo classico alla Agatha Christie, su un impianto strutturale che ricorda film come  Nodo alla gola, di Alfred Hitchcock, proponendo una storia che vuole far parlare di sé, che vuole proporre qualcosa di nuovo e soprattutto che vuole gridare al teatro europeo che anche gli italiani sanno scrivere in giallo.

 

28 – 30 Novembre 2014

tutti i giorni alle 21.00, domenica alle 18.00

Biglietto intero € 12,00 – ridotto € 10,00

0697616026

info@teatrofuriocamillo.it

 

Propulsioni – Workshop Intensivo di Arti Performative 18 novembre 2014

 

Condotto da Valentina Versino, Alessandro Ceccangeli e Roberta Castelluzzo

martedì  18 novembre 16.00-20.00

costo € 40,00

foto valentina versino

Caso isolato di sconfinamento creativo nel flusso della vita quotidiana. Intensivo di ricerca sull’arte performativa attraverso danza contemporanea, disciplinee aeree e sovrapposizioni sonore. Propulsioni è un progetto che ritornerà di tanto in tanto con appuntamenti che potranno essere in singole giornate o più giorni. L’idea è quella di creare un gruppo dinamico che segua un progetto in evoluzione. A cura di Materiaviva Performance e Why Company.

Con Valentina Versino Roberta Castelluzzo Alessandro Ceccangeli

Dare valore alla propria creatività trasformandola in capacità espressiva. Acquisire una tecnica per poi dimenticarla e lasciare che il corpo racconti e agisca.

L’atto performativo diviene un atto di creatività totale, delirio e narrazione.

Un atto unico.

II lavoro proposto si rivolge a professionisti e semiprofessionisti e si baserà sulla fusione di più tecniche: sovrapposizioni sonore, danza contemporanea e discipline aeree.

 

www.materiaviva.it

www.whycompany.org

 

17-18 novembre 2014 “Workshop di giocoleria”

Workshop di giocoleria ed espressività corporea

Workshop Sing web

Il  workshop, tenuto da Stefan Sing, si incentrerà sulla pulizia della tecnica di giocoleria e su movimenti dinamici del corpo. Inoltre verrà proposto un lavoro intenso sulla corretta postura per una giocoleria precisa.  Stefan lavora sull’ integrazione del movimento organico nella giocoleria, facendo sì che la manipolazione degli oggetti guidi il proprio corpo.  In questo modo non si tratta solo di danzare, ma la danza nasce naturalmente dal movimento degli oggetti.

Verrà posta enfasi sul lavoro coreografico creando sequenze con differenti parametri.

Il workshop è aperto a giocolieri di tutti i livelli e a tutti gli strumenti, purché in grado di eseguire il  giro base pulito con tre oggetti.

Numero massimo di partecipanti: 15
17-18 Novembre 2014
dalle ore 9.30 alle ore 15.00
Costo: 120€
Per info e iscrizioni: info@teatrofuriocamillo.it oppure 0697616026

13 – 23 novembre “BATTITI” piccola rassegna internazionale di circo – teatro

Anche quest’anno il Teatro Furio Camillo ospita BATTITI una rassegna di teatro di contaminazione, frutto dell’incontro tra le più alte tecniche circensi ed il lavoro d’attore. Dal 13 al 23 novembre 2014 la rassegna accoglie spettacoli di compagnie, italiane ed estere, che utilizzano tecniche circensi differenti, raccontando una nuova realtà scenica contemporanea. Tra gli spettacoli proposti due sono prime nazionali e tre debutti.

In questo secondo anno la rassegna si amplia con workshop, una mostra fotografica dedicata alle tre creazioni ospiti del teatro e che debutteranno in rassegna ed un happening di disegno dal vivo di corpi in movimento.

 

Tutto prende il via il 13 novembre alle ore 21.00 con Effetto Caffeina. Dall’incontro tra un folle manipolatore di oggetti e un’acrobata della ruota tedesca nasce il CIRCO PUNTINO, un mix di salti e colpi di scena, il tutto mescolato con la musica dal vivo. Formatasi nelle palestre della Scuola di Circo FLIC, la compagnia porta in scena le divine arti della ruota tedesca, del monociclo-giraffa a tre ruote, del fuoco, dell’acro-portès e della manipolazione di oggetti quotidiani quali scope, sgabelli, tazzine e caffettiere.

Vengono suonati tutti gli elementi presenti in scena ed inoltre la “SCOPITARRA”, una scopa-chitarra-basso dotata di testa di viola creata esclusivamente dalla compagnia.

Il 14 novembre sarà la volta di Un’illusione con Valeria Tedeschi e Chiara Zubiani. Le due artiste attraverso circo, teatro, danza e arte studiano un particolare linguaggio comunicativo attraverso lo spazio e il loro corpo, creando un mondo immaginario, surreale e onirico. Un’illusione propone di esplorare un linguaggio aereo innovativo, focalizzato nella ricerca coreografica dei dettagli e nell’espressività corporale e teatrale. Utilizzando l’arte aerea della corda liscia e del trapezio statico, le due artiste concepiscono gli attrezzi utilizzati come strumenti di sperimentazioni e mirano a scuotere le convenzioni tradizionali dell’arte aerea per creare un linguaggio in cui la tecnica circense è messa al servizio della creatività individuale dell’artista.

Grande attesa per il 15 novembre, quando, sempre alle ore 21.00, sarà in scena Les clowns meurent comme les elephants di e con Anthony Mathieu e Simone Venditti. Un racconto oscuro, ironico e filosofico sulla morte e sui differenti percorsi che ci portano ad essa. Un traghettatore d’anime, angelo nero ripudiato dal cielo e demonio troppo clemente per essere tale, guardiano del regno dei morti. Un incrocio dove confluiscono anime perse e dove i cartelli non indicano alcuna direzione se non quella che i passanti vogliono leggere. In questo luogo abitato da antichi spettri si svolge la storia di un clown alla ricerca di un’alternativa ai mali che sulla terra lo consumano, ma il passaggio chiaramente esige dei sacrifici. La storia di un clown in transumanza, del viaggio di una razza in via d’estinzione alla ricerca di un cammino differente.

Il 16 novembre, realizzato con il sostegno dell’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania a Roma,  è in scena Tangram. Complicato, sexy e sfacciatamente immaginativo, ridisegna i confini tra danza, nuovo circo e teatro fisico. Creato e presentato dalla nota danzatrice Cristiana Casadio e dall’artista circense di livello mondiale Stefan Sing, lo spettacolo descrive in modo accattivante la lotta dell’uomo tra attrazione e repulsione.

Gli ultimi due appuntamenti sono fissati il 20 e il 21 novembre Ni avec toi, Ni sans toi. Lo spettacolo nasce dalla passione per il circo tradizionale, dall’apprezzamento della sua forza nello stupire con la tecnica e l’energia, e dalla voglia di trasmettere e raccontare emozioni con semplicità attraverso una poetica chiara per tutti, prendendo spunto dai racconti classici e dal circo contemporaneo.

Il Circo Bipolär cerca un punto d’incontro tra il classico e il contemporaneo, utilizzando anche tecniche tradizionali di circo, in parte cadute in disuso e nel dimenticatoio (tipo: tourbillon di collo, lancio di coltelli e giocoleria su scala libera) e rivisitandole in chiave moderna. Uno spettacolo impegnato, ma a tratti anche leggero e divertente, con alla base una tecnica circense forte, tipica del circo tradizionale, e allo stesso tempo imperniato dalla straordinaria capacità di raccontare e trasmettere emozioni, caratteristica del circo contemporaneo.

Il 22  e 23 novembre chiude la rassegna Insieme da soli. Due corpi vicini, molto vicini, non sono necessariamente due corpi uniti.

Fusioni e allontanamenti raccontano una storia senza storia, in una stanza, in una casa, in un luogo da lasciare o in un luogo in cui arrivare, un luogo con poca luce eppure luminoso. Nulla è spiegato davvero. I due corpi in scena si incontrano, si cercano, eppure rimangono corpi soli. L’acrobatica aerea è un linguaggio ed un luogo, un modo di guardare un racconto, un modo di respirare.

 

Teatro Furio Camillo
via Camilla, 44 – 00181 Roma (Metro ‘A’ Furio Camillo)
13-23 novembre 2014 tutti i giorni alle 21,00 domenica alle 18,00
Biglietto per singolo spettacolo € 12,00
Abbonamento a 6 spettacoli € 45,00
Abbonamento a 3 spettacoli € 30,00
Info e prenotazioni: 0697616026
http://www.rassegnabattiti.it/

11-12 novembre 2014 “Workshop di manipolazione di oggetti e ruota tedesca”

Manipolazione di oggetti e Ruota Tedesca

Circo Puntino

 puntino

PRIMA FASE

Riscaldamento

Esercizi mirati alla scoperta delle qualità e delle possibilità corporee. Esercizi da soli, in coppia e in gruppo, mirati alla consapevolezza del proprio centro ed all’allenamento dei riflessi. Scoperta dei livelli d’azione, dei ritmi scenici e delle variazioni di essi.

SECONDA FASE

Manipolazione di oggetti

Durante questa fase si apprenderanno i principi basici di come “giocare” con un oggetto dissociandolo dalla sua funzione convenzionale. Guarderemo l’oggetto con occhi differenti creando intorno ad esso tutto un nuovo universo. Uno degli obiettivi del corso è quello di insegnare un nuovo metodo di allenamento e di ricerca applicabile a qualsiasi tipo di oggetto. Attraverso la ricerca di nuovi equilibri, lanci e figure originali sperimentate nei vari livelli di altezza e nei vari ritmi, sarà possibile creare un numero personale originale. I partecipanti dovranno presentarsi con un oggetto personale (di qualsiasi misura, che respiri o no!) con il quale abbiano un po’ di dimestichezza e col quale abbiano voglia di ricercare tra le infinite possibilità della manipolazione.

 Ruota tedesca (livello base o intermedio)

I partecipanti più intraprendenti avranno la possibilità di provare varie figure di facile apprendimento con l’assistenza di quattro mani esperte. La tecnica adottata sarà quella della ruota tedesca lineare. Si lavorerà sulla scoperta delle oscillazioni e sui tempi della ruota, coi piedi agganciati e non, apprendendo figure propedeutiche ed a farsi assistenza vicendevolmente. I partecipanti dovranno portare scarpe da ginnastica pulite.

Numero massimo di partecipanti: 20

 

11 Novembre 2014
Dalle ore 10.00 alle ore 16.00
12 Novembre 2014
Dalle ore 11.30 alle ore 17.30
Costo: 120€
Per info e iscrizioni: info@teatrofuriocamillo.it oppure 0697616026

9 novembre domeniche dei bambini “I fiori dell’arcobaleno”

I FIORI DELL’ARCOBALENO

 

Il 9 novembre alle ore 11.00 al Teatro Furio Camillo va in scena lo spettacolo “I fiori dell’arcobaleno”, presentato dalla Compagnia La scatola dell’arcobaleno.

Il giovane Amir, di umili origini, vorrebbe sposare la principessa Samar ma il padre di lei, il severo sultano, per impedirglielo, gli affida un compito impossibile. Amir dovrà portare nel regno della principessa i fiori che ancora non vi crescono e piantarli nel giardino reale.

Grazie all’aiuto di una zingara, Amir comincerà a intraprendere lunghi viaggi per mezzo di un cavallo magico che lo trasporterà nel tempo portandolo a conoscere da vicino illustri personaggi del mondo dell’arte: saranno essi a consegnargli personalmente i fiori.

L’universo di riferimento è un oriente fantastico, luogo del cuore e della fantasia, misterioso e affascinante, ma non mancano incursioni in altri mondi: quelli della storia e dell’arte. Van Gogh, Billie Holiday e Dante Alighieri arricchiranno lo spirito del nostro eroe dei tesori più preziosi: la cultura, l’arte, la natura. Personaggi in carne ed ossa si alternano ai burattini in cartapesta e in legno.

 Fiori dell'arcobaleno

Giovanna Berardinelli si è formata nel teatro alla scuola di C. Boccaccini, studiando con Giuseppe Manfridi, Gino La Monica, Corrado Veneziano, ha quindi approfondito la lettura con accompagnamento musicale con Stefano Benni. Ha collaborato con diverse compagnie (Gruppo Giocoteatro, Controchiave, Figli di Icaro, ADLP) portando in scena testi classici (Riccardo Terzo di Shakespeare, regia di C. Boccaccini, Tartufo di Molière), commedie brillanti (Rumori Fuori Scena di Michael Frayn), opere originali (Antigone e la Terra di Roberto Sandrucci, regia di Corrado Veneziano, Donne Argentine in Fondo al Mare di Daniel Fermani),monologhi (Onehand Jack di Stefano Benni); si è cimentata nel teatro ragazzi con La Grande Opera (I Musicanti di Brema). È stata interprete e curatrice di diverse letture con musica per le Biblioteche di Roma.

Tommaso Filippo Latina, pianista, compositore e arrangiatore si è formato presso il Conservatorio “S. Pietro a Majella” di Napoli, studiando pianoforte e composizione e diplomandosi nel 2007. Si sta perfezionando in piano jazz presso il St. Louis College of Music di Roma. Ha studiato con Pierpaolo Principato, Amedeo Tommasi, Claudio Colasazza, Stefano Sabatini, Rita Marcotulli, Massimo Nunzi, John Patitucci, Joe La Barbera, Danilo Perez, Paolo Birro, Stefano Battaglia, Dado Moroni e Salvatore Bonafede.

Ha suonato nelle Orchestre di Mario Raja e di Hamiet Bluiett. Essendosi segnalato in vari concorsi pianistici nazionali e in varie rassegne regionali, nel 2000 ha ottenuto il Premio Internazionale “Enrico Caruso”. Dal 1995 svolge ininterrotta attività musicale spaziando fra numerosi generi: classica, jazz, folk, etnico, funk, elettronica e calcando numerosi palchi (tra cui Auditorim Parco della Musica e Siena Jazz).

 

Per bambini dai 3 anni in su

Durata: 45 minuti

9 Novembre 2014, ore 11.00 è consigliata la prenotazione allo 06.97616026

Teatro Furio Camillo

via Camilla, 44 – Roma   a 100 mt dalla Metro A Furio Camillo

biglietto: € 8,00 bambini – €10,00 adulti

info@teatrofuriocamillo.it

www.teatrofuriocamillo.it

2 novembre domeniche dei bambini “In viaggio tra cielo e mare”

II VIAGGIO TRA CIELO E MARE

 

942658_10200548097299267_324805372_n

Il 2 Novembre alle ore 11.00 al Teatro Furio Camillo La Bottega dei Mondi Impossibilli presenta lo spettacolo “In viaggio tra cielo e mare”.

“In Viaggio tra Cielo e Mare” è uno spettacolo di Teatro di Figura realizzato con le tecniche di Teatro Nero (Black Light Theatre), teatro d’ombra e animazione di oggetti. Narra senza parole la storia di Gì un Gabbiano curioso che si tuffa nel mondo straordinario degli abissi, dove assiste allo spettacolo della danza delle meduse, del concerto del calamaro, dei misteri di un’oscura grotta e tanto altro … Il pericolo e gli imprevisti sono sempre in agguato tra le profondità marine e Gì affronta con esemplare coraggio le sfide incontrate durante il volo subacqueo: salverà branchi di pesci catturati e ritroverà la gioia del gioco e dell’amore, che non conosce i confini tra il cielo e il mare.

La Bottega dei Mondi Impossibili sceglie di portare avanti un lavoro sperimentale attraverso tale tecnica, in Italia pressoché sconosciuta, adoperando un gazebo itinerante riadattato a scatola scenica. Fare teatro in un gazebo, che funga da “camera oscura” è un’idea assolutamente innovativa e nasce dalla necessità di coniugare i requisiti tecnici indispensabili alla realizzazione dello stile teatrale (spazio a “scatola nera” totalmente oscurato) alla praticità e versatilità di una struttura mobile, adattabile a spazi chiusi e aperti, purché completamente oscurati.

 

Per bambini dai 4 anni in su

Durata: 45 minuti

 

02 Novembre 2014, ore 11.00

Teatro Furio Camillo

via Camilla, 44 – Roma    a 100 mt dalla Metro A Furio Camillo

biglietto: € 8,00 bambini – €10,00 adulti

info@teatrofuriocamillo.it

www.teatrofuriocamillo.it