21-24 aprile “Vite Parallele”

 TeatroSenzaTempo Produzione Spettacoli Teatrali 

presenta

“VITE PARALLELE”
Scritto e diretto da: Antonio Nobili

Da un’idea di Simone Guarany

con Marco Giustini – Simone Guarany – Lucia Rossi – Cristina Frioni – Francesca Antonucci – Raffaella Camarda – Anita Ivanova

Con la partecipazione straordinaria di Alessio Chiodini nel ruolo di Valerio

“Tutti facciamo un viaggio, comincia il giorno della nostra nascita e prosegue per la durata della nostra vita, comunque la mettiate è un viaggio fantastico e sorprendente. Una scatola magica che contiene di tutto: i rimpianti, i rimorsi, le decisioni prese, quelle rimandate, le delusioni, gli amori, la fatica, in una piccola enorme parola è la VITA. Poi alla fine il DOLORE.

Ecco, il dolore, il capitolo finale è sempre quello, è diverso per ognuno di noi,ma dall’esito sempre uguale: la scatola si chiude, il viaggio finisce: è INEVITABILE. Quello che si può evitare, invece, è perdere la dignità dell’essere umano ed è questo il tema che affronteremo in questa conferenza. Analizzeremo il caso di chi sceglie come e quando chiudere la sua scatola, quando finire il viaggio, quando andarsene,mentre ha ancora un senso la parola: ESSERE UMANO. Le scatole di cui parliamo, oggi, non saranno solo cifre, o matricole, ecco, ma nomi e cognomi.

Le loro vite, di giovani, di ragazzi, come molti di voi che vedo, seppure a distanza, seppure ignorandosi l’un l’altra, procedevano parallele, spinte dallo stesso vento, quello che spinge le giovani anime ambiziose, che si incontrano… parallele, di nuovo, ma stavolta distese, orizzontali nel letto di un ospedale. (Tratto da Vite Parallele)

Il destino mette alla prova i protagonisti di questa storia intensa e sofferta, quella di una esistenza segnata dalla malattia degenerativa, la SLA. Il destino incrocia la vita di due giovani che lottano con la vita e la morte, stringendo patti con l’una e con l’altra. Quale sarà l’istinto più forte, quello del viaggio qualsiasi cosa accada o la sua fine prematura? Un testo emozionante, un tema delicato. Un cast ed una regia che non hanno paura di affrontare il dolore che purtroppo, segna tante realtà.

Dal 21 al 24 Aprile 2016 ORE 21,00 (domenica pomeridiana ore 18)

TEATRO FURIO CAMILLO

Via Camilla, 44 – Roma                  

Crediti Assistente alla regia: Matteo Maria Dragoni – Ufficio Stampa: MFP – Audio: Alessandro Ferrara – Trucco: Virginia Menendez – Scenografia e Costumi: TsT Produzioni Spettacoli Teatrali

Biglietto INTERO 15 euro – RIDOTTO 10 euro (+ tessera teatro) – Prenotazioni 366 4538808/06 97616026

09 – 10 Aprile “SUR. Diario di C.”

SUR. Diario di C.

SUR flyer

“Di una città non apprezzi le sette o settantasette meraviglie, ma la risposta che dà ad una tua domanda.”

Da questa frase di Italo Calvino prende il via Sur. Un monologo, un diario di viaggio appassionato attraverso il Sud, narrato dalla voce del protagonista. Cristiano ci racconta i viaggi fatti insieme alla sua Anna in Spagna, Portogallo e Sicilia. Viaggi che diventano l’occasione per capire cosa quei luoghi possono insegnarci sull’amore. Un racconto del Sud e per il Sud, una ballata scanzonata tra le tradizioni di quelle terre: il cibo, le danze e i suoi abitanti.

9 | 10 Aprile
Teatro Furio Camillo
Via Camilla 44, Roma
Costo 12€ + 2€ di tessera associativa

di e con: Alessio Mosca
chitarra dal vivo: Andrea Gentili
disegno luci: Luciano Zampetti
fonica: Angelo Casaloni
Durata dello spettacolo: 50 minuti senza intervallo

02 – 03 aprile “Pietra”

Pietra 

 Un thriller di Mauro Cristofani

Regia: Massimiliano Calabrese

Una produzione: Compagnia Biplano Teatro

Pietra locandina x siti

“E se, chiunque sia il colpevole, non potesse essere preso?”

Un omicidio, un’indagine, un mistero. Da secoli la famiglia Minari vive sospesa tra la realtà e il mito, tra l’uomo e il mostro.  Un fragile equilibrio, tenuto insieme da un’intricata rete fatta di segreti e di menzogne, ma anche di affetto e di protezione. Dopo il successo della scorsa stagione, torna il thriller della Biplano Teatro che ha fatto appassionare innumerevoli spettatori.

Questa nuova edizione di Pietra, che presenta delle forti novità e differenti chiavi interpretative rispetto alla precedente messinscena, riflette sulla continua tensione dell’essere umano  tra la sicurezza  delle proprie convinzioni personali e l’intuizione di una verità universale.  Un’ambivalenza che può essere spezzata solo abbracciando la spietatezza della realtà, oppure combattendola fino alle inevitabili conseguenze.

Con:

Elisabetta Girodo Angelin
Gioele Barone
Massimiliano Calabrese
Daria Contento
Marco Tomba
Aiutoregia: Saul Espinoza Lopez
Musiche originali: Gabriele Gentile
Combattimenti scenici: Davide de Alexandris

Teatro Furio Camillo, Via Camilla, 44, Roma
2 e 3 aprile 2016 (sabato ore 21, domenica ore 18 e ore 21)
Biglietti: INTERO 13 euro (11+ 2 euro tessera associativa
RIDOTTO UNDER 25 10 euro (8 + 2 euro tessera associativa)
Info: www.biplanoteatro.it  –   fb/biplanoteatro