29 ottobre “La zucca birichina” le Domeniche dei Bambini

La zucca birichina

Una zucca birichina si è nascosta giù in cantina
è passata una Streghetta l’ha portata in cameretta
Ecco arriva uno Stregone e se la mangia in un sol boccone!!

Spettacolo di magia, incantesimi  e pasticci di zucca.

Con Federico Clary
Durata 50 minuti
Per bambini dai 2 anni in su

29 Ottobre 2017, ore 11.00
Teatro Furio Camillo
via Camilla, 44 – Roma
biglietto: € 8,00 bambini – €10,00 adulti
0697616026
info@teatrofuriocamillo.it

22 ottobre “Lo strano caso dei Tre Porcellini” le Domeniche dei Bambini

Lo strano caso dei Tre Porcellini

SAMSUNG DIGITAL CAMERA

Il Detective privato Walter Appesca risolve i problemi delle fiabe: quando Hansel e Gretel si perdono nel bosco lui sa ritrovarli, quando Pinocchio e Geppetto sono nella pancia della Balena, lui sa come farli uscire, quando Raperonzolo è imprigionata nella torre, lui sa quale acconciatura di capelli consigliarle. Un giorno giunge nel suo ufficio una richiesta d’aiuto dai Tre Porcellini; il piccolo e il medio sono riusciti a salvarsi e si sono rifugiati nella casa di mattoni del più grande. Solo che il Lupo è sempre in agguato e di certo troverà un modo per entrare e mangiarseli tutti e tre. Il Detective Walter Appesca deve per forza intervenire il prima possibile, altrimenti i tre fratellini diventeranno un pasto per l’affamato lupaccio e addio Fiaba.

Compagnia Brum Brum Grimm

Riscrittura Poliziesca/Comica della celebre fiaba dei Tre Porcellini.
Età consigliata: da 2 anni in sù.
tecnica: burattini, pupazzi e attori.
Durata: 45 minuti

22 Ottobre 2017, ore 11.00
Teatro Furio Camillo
via Camilla, 44 – Roma
biglietto: € 8,00 bambini – €10,00 adulti
0697616026
info@teatrofuriocamillo.it

 

20 – 22 ottobre “Due donne di provincia”

Due Donne di Provincia

vlcsnap-2016-10-19-13h24m33s053

Autore: Dacia Maraini
Regia: Anastasia Astolfi
Interpreti: Monica Guazzini, Anastasia Astolfi
Disegno luci: Alessia Sambrini
Scene e costumi: N.C.N.L. groupe

Due donne di provincia è un testo scritto da Dacia Maraini nel 1973 di incredibile e struggente attualità. E’ la messa in scena di una forte complicità tra due donne, per una volta libere dai ruoli di mogli e madri, un serratissimo dialogo dove, sotto l’apparenza di un gioco, emergono i ricordi, le confidenze, le angosce, i sogni delle protagoniste, Magda e Valeria.

Il testo della Maraini poggia su una corrosiva rappresentazione della donna mostrata in tutte le sfaccettature dell’ingrato ruolo di casalinga. La conversazione è serrata ma spesso si trasforma in due monologhi paralleli. Il clima giocoso si alterna a momenti di autentica rabbia, fino a culminare in una sorta di delirio verbale.

Due donne di provincia indaga sulle fragilità e gli incessanti interrogativi che forgiano l’animo umano. Una storia femminile, “cancellata da alcol, cenere, candeggina e sapone”. La storia di un forte legame o di un amore, chissà: la storia di due donne di provincia.

20, 21, 22 ottobre 2017
tutti i giorni alle 21.00 – domenica alle 18.00
Teatro Furio Camillo
Via Camilla 44 – Roma
Biglietto intero 13€ – ridotto 8€
tessera associativa 2€
Info e prenotazioni: 0697616026 – info@teatrofuriocamillo.it

15 ottobre “Le avventure del gatto con gli stivali” le Domeniche dei Bambini

LE AVVENTURE DEL GATTO CON GLI STIVALI

 Compagnia MAG
Testo e regia: FLAVIO MARIGLIANI
Con: BIAGIO IACOVELLI, DANILO CELLI, VALERIA NARDELLA, VINCENZO PAOLICELLI
Musiche ANTONIO CICOGNARA Costumi MONICA RAPONI Scenografia ANDREA ZATTI e VALERIA GIANNONE

Gatto con gli stivali MODIFICATO

Il giovane Germano, figlio di un mugnaio, riceve in eredità dal padre un gatto. Questo gatto, però non è un semplice animale: è un gatto parlante che subito gli propone un piano per fare fortuna e sposare la figlia del re. In cambio gli chiede soltanto un paio di stivali con i quali presentarsi a corte. Ottenuti gli stivali del padre di Germano, il Gatto si presenta dal Re con un sacco di cacciagione, entrando subito nelle sue grazie, e riesce ad ottenere un appuntamento fra la principessa Isabella e Germano. I due appena si vedono si innamorano, ma il Gatto costringe il suo padrone a fingere di essere un Marchese per ingraziarsi il vecchio Re. Isabella scopre subito l’inganno, ma decide di appoggiare Germano e chiede al padre l’autorizzazione a sposarlo. Il Re accetta a una sola condizione: dovranno sconfiggere l’Orco Ezechiele e portargli la sua bacchetta magica. I tre si recano nel castello dell’Orco Ezechiele e il Gatto lo sfida a una gara di magia. L’Orco dapprima si trasforma in leone e sembra avere la meglio, ma poi si lascia ingannare e decide di trasformarsi in topo. A questo punto il Gatto cattura l’Orco così trasformato, lo divora e Germano riesce a prendere la bacchetta magica e a ottenere dal Re il permesso di sposare la principessa Isabella.

Per bambini dai 3 anni in su
Durata: 1 ora
Lo spettacolo è inserito nella rassegna teatrale “Le Domeniche dei Bambini” che si terrà tutte le domeniche alle ore 11:00 al Teatro Furio Camillo.

15 ottobre 2017, ore 11.00
Teatro Furio Camillo
via Camilla, 44 – Roma
biglietto: € 8,00 bambini – €10,00 adulti
0697616026
info@teatrofuriocamillo.it

 

13 – 15 ottobre Workshop di Contact Tango con Javier Cura

Verso il Corpo Ecologico tramite la Contact Improvisation e il Tango
di e con Javier Cura

Verranno utilizzati elementi derivanti dalla Contact Improvisation e dal Tango, per sviluppare un metodo “ecologico” riguardo l’uso della nostra energia. Si combinerà la tensione col rilassamento, la fluidità con la struttura, il radicamento con la leggerezza. Tramite il respiro e il lavoro sulla colonna vertebrale, si prenderà consapevolezza delle proprie emozioni e dei propri preconcetti motori, emotivi e sociali, per renderci conto di quanto questi possano influire in maniera positiva o negativa sul nostro movimento. Si approfondirà la propria “sensorialità” sia per impadronirsi del proprio corpo, sia per percepire l’altro come una continuazione sensibile di noi stessi. In questo modo si accresceranno le capacità d’empatia e la propria complicità per scoprire nuovi percorsi.

Il seminario è rivolto a persone interessate al movimento come fonte permanente di creatività e sviluppo.

Nota: Si prega di portare: abbigliamento comodo, calzini e se ne siete provvisti scarpe leggere o da tango. Prenotare anticipatamente, workshop a numero chiuso.

Venerdì 13 Ottobre 20.30 alle 22.15 Lezione;  22.15 alle 23.30 Jam
Sabato 14 Ottobre 11-13.30 /15-18 Seminario
Domenica 15 Ottobre 13-15 / 16-18.30 Seminario

Presso il Teatro Furio Camillo, via Camilla 44 Roma (metro A Furio Camillo)
Info e prenotazioni: Paolo Scannavino: dottordudy@hotmail.com 3206534333
javiercuraworkshop@gmail.com (quando in Italia: 3331623932)/ WhatsApp +49 17621452059

Costo: Tutti e tre i giorni € 100
Solo venerdì € 20
Solo Sabato € 55
Solo Domenica € 55


JAVIER CURA

Dopo 20 anni di ricerca, sperimentazione e insegnamento, Javier Cura ha sviluppato un approccio metodico al movimento in generale, applicandolo al teatro fisico, arti marziali, Contact Improvisation e tango. In questo sistema è confluita la sua esperienza in diversi campi e forme d’arte, dalle arti visuali al teatro, alla bioenergetica, al movimento somatico e alla linguistica. È stato uno dei creatori del Contact tango, in cui si combinano le possibilità espressive della Contact Improvisation e del tango.
Come performer, coreografo, artista o insegnante lo si ritrova al Fabrik Potsdam Tanztage in Germania, al Festival di teatro Farma Dance, ad Alchemie Tango Praga, al C.I.R.A. di Strasburgo, così come ai Contact Improvisation Festival di Friburgo, Goettingen (Germania), o San Francisco (USA). Ha collaborato con la Libera Università di Berlino (Freie Universität Berlin) a una ricerca sull’espressione nella Contact Improvisation e nel movimento. Si è dedicato a progetti di teatro antropologici e sociali in Italia, Marocco e in Germania. Attualmente lavora nel progetto “Il Corpo Ecologico” in collaborazione con alcuni ricercatori delle Nazione Unite.
www.javiercura.net

 

 

08 ottobre “Marina si rifiuta” – le Domeniche dei Bambini

Marina si rifiuta

Insegnate ai vostri figli che la terra si arricchisce con le vite dei nostri simili affinché sappiano rispettarla.
Capo Sioux

I bambini giocano, inventano storie, personaggi, voci… sempre. Il teatro fa la stessa cosa e lo spettacolo Marina si rifiuta parte proprio da questa semplice riflessione. Il teatro come spazio della libertà, della fantasia, del proibito, lo spazio dove tutto è possibile, ed è lì che si sviluppa la nostra proposta che ha come obiettivo quello di parlare ai bambini del rispetto per l’ambiente ma anche rispetto per chi accanto a noi in questo ambiente vive. La protagonista, una romantica barbona, si racconterà agli spettatori mostrando con disincanto e fervore la sua scelta di combattere per un mondo più sano. Complessi e buffi personaggi che Marina ha creato attraverso la “sua” raccolta differenziata faranno da importante cornice scenografica dello spettacolo il cui intreccio drammaturgico tocca note divertenti, sarcastiche, serie e anche tenere. La storia è inoltre accompagnata da interessanti informazioni sul riciclaggio. Siamo infatti convinti che la presenza di massicce campagne di informazione scolastica possano diventare una delle importanti strategie del futuro per la tutela dell’ambiente. Alla fine della messa in scena i bambini vedranno mettere in pratica come dal riutilizzo di materiale di scarto si possano creare oggetti “spettacolari”. Un esperto dimostrerà il procedimento di creazione che verrà poi messo in atto anche dai bambini, stimolando la loro fantasia e creatività e offrendo all’imsegnante un punto di vista flessibile e divertente per un utilizzo multidisciplinare e vario.

Compagnia TeatroinMovimento
Durata: 60 minuti
Per bambini dai 3 anni in su

08 Ottobre 2017, ore 11.00
Teatro Furio Camillo
via Camilla, 44 – Roma
biglietto: € 8,00 bambini – €10,00 adulti
0697616026
info@teatrofuriocamillo.it

 

Corso di Giocoleria 2017/2018

Corso di Giocoleria
condotto da Shay Wapniaz

Il corso è rivolto a chi vuole iniziare o ha le prime basi della giocoleria.

Si lavorerà soprattutto sul contact juggling (giocoleria da contact), giocoleria con 3 oggetti e giocoleria di coppia e di gruppo.
 Obiettivi del corso:
– Tecnica di base delle tre palline
– Manipolazione e contact con palline e clave
– Movimento nella giocoleria
– Giocoleria di Gruppo
Martedì ore 21:15/23:00
Costo: € 35,00 mensili – costo di iscrizione valido per tutti i corsi tenuti al Teatro Furio Camillo € 30,00

Inizio corso 03 ottobre 2017