28 ottobre “Raperonzolo e la festa di Halloween” le Domeniche dei Bambini

Raperonzolo e la festa di Halloween

Rapunzel ha scoperto da poco la ricorrenza di Halloween, e decide di organizzare una festa! Madre Gothel, che non ama molto le feste, tornando a casa, si arrabbia con Rapunzel, e le impedisce di continuare ad addobbare la casa. Ma arriverà un amico speciale, dall’isola che non c è, che insieme a Eugene la aiuteranno ad organizzare la più bella festa di sempre!

Magical Dreams
per bambini dai 3 anni in su
durata: 60 minuti

28 ottobre 2018, ore 11:00
Teatro Furio Camillo
via Camilla 44 – Roma
0697616026 – info@teatrofuriocamillo.it

21 ottobre 2018 “Big Babol Circus”

Big Babol Circus

PER SCREEN_10

“Big Babol Circus”, scritto, diretto ed interpretato dal Clown Daniele Antonini, vede alternarsi magie comiche, manipolazioni di palloncini, giocolerie, clownerie e l’immancabile esibizione delle bolle di sapone manipolate con le mani e giganti. I liquidi utili a preparare la giusta miscela per le bolle non mancheranno di sparire, riapparire, aumentare e diminuire di volume e di consistenza, nascondersi chissà dove per mettere decisamente in difficoltà il loro sempre più indispettito manipolatore. Tutti i presenti vengono rapiti da un susseguirsi di stupori, emozioni e “grandi risate” anche grazie all’aiuto dei volontari che si cimentano nella giocoleria, nell’acrobalance, nella magia e nel cercare di essere utili al Clown nel presentare uno spettacolo che trova il suo equilibrio nelle radici del teatro di strada e nel teatro fisico. Big Babol Circus entusiasma grandi e piccoli regalando al pubblico stupore e allegria.

Di e con Daniele Antonini
Durata: 60 minuti
Per bambini dai 3 anni in su

21 ottobre 2018, ore 16.30

Teatro Furio Camillo
via Camilla, 44 – Roma
biglietto: € 8,00 bambini – €10,00 adulti
0697616026
info@teatrofuriocamillo.it

21 ottobre “Cattivissimi Noi” le Domeniche dei Bambini

Cattivissimi Noi

CattivissimiNoi

Cosa succede se tutti i “cattivi” delle favole decidono di ribellarsi al consueto happy end delle rispettive storie? Stanchi di essere sempre relegati a personaggi secondari, antagonisti, o peggio ancora di risultare antipatici ai bambini, folletti dispettosi, gnomi e streghe in cerca di rivincita, decidono di organizzare una rivolta per diventare loro gli eroi e i protagonisti delle favole. Ecco allora che si radunano tutti nel regno degli inferi per eleggere il capo che guiderà la rivolta contro i “buoni”. Si fanno avanti Tremotino, il folletto più dispettoso che ci sia; Maga Magò, la maga più potente del mondo; Malefica, la regina delle streghe, e persino il terribile Ade, re degli inferi. Ma la scelta non è così semplice e i candidati decidono di affrontarsi in una sfida all’ultima magia per stabilire a chi di loro dovrà andare il comando, finché la situazione non sfuggirà di mano e allora… ne vedremo delle belle!

Uno spettacolo all’insegna dell’ironia e del divertimento, adatto a tutta la famiglia e che coinvolge grandi e piccini, guardando alle fiabe tradizionali da un’ottica completamente diversa, anzi rovesciata! Una storia per imparare a non basarsi solo sulle prime impressioni, perché in fondo i “cattivi” delle favole…. non sono poi veramente così cattivi e magari, a volte, possono essere anche simpatici: basta solo conoscerli!

Testo e regia: Flavio Marigliani
Musiche Antonio Cicognara Coreografie Paolo Cives Costumi Monica Raponi Scenografie Anthony Rosa Tecnico audio/luci Giuseppe Petrella

Compagnia MAG
per bambini dai 3 anni in su
Durata: 50 minuti

21 ottobre 2018, ore 11.00
Teatro Furio Camillo
via Camilla, 44 – Roma
biglietto: € 8,00 bambini – €10,00 adulti
0697616026
info@teatrofuriocamillo.it

20 ottobre Acroyoga – lezione intensiva

Acroyoga
Lezione intensiva

Due lezioni intensive di Acroyoga insieme a Sofia Costanza Zaninotto e Valentina Di Emidio.
dalle 10:30 alle 13:00 lezione per principianti
dalle 14:30 alle 17:00 lezione per avanzati
Una giornata per avvicinarsi all’acroyoga o per approfondire, in un clima gioioso accompagnati da due insegnanti sorridenti e professionali.
Il costo di ingresso è di 15 euro
prenotazione obbligatoria scrivendo a info@teatrofuriocamillo.it

20 ottobre 2018
Teatro Furio Camillo
via Camilla 44
0697616026 – info@teatrofuriocamillo.it

14 ottobre “Il mercante di pietre” le Domeniche dei Bambini

Il Mercante di Pietre

Una tempesta improvvisa interrompe la battuta di caccia del Re e, rimasto solo, viene ospitato da un misterioso vegliardo che abita nel bosco. Al chiarore delle stelle gli predice il futuro, ma il Re fugge spaventato. Dopo qualche anno il figlio del ricco mercante Giumento si mette in viaggio per il mondo e il suo destino sarà fatalmente legato alle vicende di quel re che si perse nel bosco…

 A dar vita a questa fiaba, tratta dalla tradizione orale italiana, sono Elisa Mascia, Pierfrancesco Ambrogio e Paolo Margutta che alternandosi nei ruoli di narratori, musicisti e attori daranno corpo e voce ai vari personaggi della storia.

Compagnia Teatro Oltre
Per bambini dai 3 anni in su
Durata: 50 minuti

Paolo Margutta: chitarra, percussioni, voce
Pierfrancesco Ambrogio: clarinetto, voce, percussioni
Elisa Mascia: voce, percussioni

14 ottobre 2018, ore 11.00
Teatro Furio Camillo
via Camilla, 44 – Roma
biglietto: € 8,00 bambini – €10,00 adulti
0697616026
info@teatrofuriocamillo.it

07 ottobre “L’universo raccontato con le bolle di sapone” le Domeniche dei Bambini

L’universo raccontato con le bolle di sapone
Lo Spazio Cosmico spiegato attraverso l’utilizzo della manipolazione delle bolle di sapone, la magia, la clownerie ed esperimenti scientifici.

Il “Professor Lunatico” dell’Università di Saturnia, invitato per trattare il tema dello Spazio, riuscirà fin dalla prima apparizione a catturare l’attenzione di tutti i bambini grazie all’eccentrico personaggio proposto: goffo, impacciato nei movimenti e sopratutto Stralunato. Inizia così la ludica spiegazione dello Spazio mostrando pianeti, stelle, meteoriti, galassie delle varie dimensioni attraverso il mondo delle bolle di sapone che il nostro Professore riuscirà poi ad illuminare, unire, rendere cubiche, giganti e di color bianco latte con tanto di macchie scure…proprio come la Luna. Non mancheranno difficoltà grandissime con strane apparizioni e sparizioni di oggetti e liquidi che si potranno risolvere solo grazie al coinvolgimento di tutti i presenti. I bambini, infatti, potranno essere chiamati sul palco come aiutanti ed entreranno nella bolla gigante proprio come una stella all’interno di un campo gravitazionale oppure potranno offrire il palmo della mano per sostenere la scia delle comete realizzata con la schiuma prodotta da una buffa cornetta della doccia. Lo spettacolo ha forti basi scientifiche e ai bambini viene offerta una conoscenza dello Spazio semplice e adatta allo loro età.

Di e con Daniele Antonini
Durata: 60 minuti
Per bambini dai 3 anni in su

07 ottobre 2018, ore 11.00 e ore 12.15
Teatro Furio Camillo
via Camilla 44 – Roma
Biglietto: € 8,00 bambini – € 10,00 adulti
prenotazioni: 0697616026 – info@teatrofuriocamillo.it

 

5 – 6 – 7 ottobre “Bambola”

B A M B O L A
uno spettacolo di Isabel De Lorenzo
con Violet Scrap e Fabio Ciccalè
disegno luci Danila Blasi
video scenografia Nikky (Valeria Guarcini)
disegni originali Violet Scrap
sartoria Valentina Perugia
fonico Daniele Pecorelli
musiche Arvo Part, John Zorn, Cocorosie, David Brubeck,
Dakhabrakha, Lupicinio Rodrigues

PRIMA NAZIONALE

Bambola2

Bambola è uno spettacolo di teatro danza ideato da Isabel De Lorenzo ed interpretato da Fabio Ciccalè e Violet Scrap e racconta una storia d’infanzia, di resilienza, di violenza e di sublimazione. La protagonista Bambola come Antigone accompagna il padre morente e amato. Con una serie di flashback rivive la sua vita. Cresce tra nidi di bambole e giochi di adulti, percependosi come una marionetta rotta, disarticolata e goffa. Negli uomini che incontra ricerca la figura di un padre, di cui è inconsciamente innamorata, che ai suoi occhi appare unico, stimato ed ammirato da tutti. Si concede a molteplici tragicomici incontri inseguendo un’amore immaginato. Bambola scongiurerà il suo naufragio trovando il filo della vita e trasformandosi in una pittrice alata.

Lo spettacolo è inspirato alle opere visive di Hans Bellmer, Niki de Saint-Phalle, Louise Bourgeois e Morton Bartlett.

Teatro Furio Camillo
Via Camilla, 44
00181 Roma RM

PRENOTAZIONI / BIGLIETTERIA
Tel. (+39) 06 9761 6026
E-mail:
teatrofuriocamilloroma@gmail.com
info@teatrofuriocamillo.it

Ingresso unico: 15 euro + tessera teatro (2 euro)
Durata: 55 minuti
Lo spettacolo non è per bambini

Produzione: San Lo’
Ufficio stampa: Benedetta Bo benedetta.bo@gmail.com

ISABEL DE LORENZO
Danzatrice di origine brasiliana, vive in Italia dal 1998. E’ laureata in Lettere Classiche (Università di São Paulo, 1993). Dirige il prestigioso centro di danze etniche San Lo’ a Roma; è organizzatrice del Roma Tribal Meeting(primo festival italiano di Tribal Bellydance, attivo dal 2010) e fondatrice della compagnia di American Tribal Style® Carovana Tribale (Sister Studio di FatChanceBellyDance®); membro della compagnia internazionale ATS Sisters Collective. Partecipa come insegnante e performer a innumerevoli festival di danza nazionali e internazionali. Collabora con diverse compagnie di teatrodanza; ha messo in scena gli spettacoli “al-Muallaqat /Le sospese”, Frida Suite e attualmente prepara la sua nuova produzione, Bambola.

FABIO CICALE’
Danzatore contemporaneo e coreografo. Si forma con A. Peck, R. Kovic, P. Doussaint, A. Borriello, R. Castello, R. Giordano, G. Rossi, M. Francia, J.Y. Ginoux, E. Braun, S. Petronio, R. Warshaw, A.L. Harwood, E. Corbet, D. Zambrano, F. Faust, J. Jasperse, M. Tompkins e lavora con Compagnia Alhena (PE), Compagnia Enzo Cosimi (Roma), Compagnia La bilancia Produzioni (Roma), Compagnia Nuova Euroballetto (Roma), Compagnia Giuseppina Von Bingen (Roma). Dal 2002 firma corografie e danza per la Compagnia FC@PIN.D’OC ora PINDOC: “(E+E)2 “ (2018), “Indaco” (2015), “Refugium Peccatorum” (2013), “Geneticamente Chic” (2010), “Estatica Attitudine”, “Free Lux Dei” (2009), “Horror Vacui” (2008), “Extra Composta” (2007), “Count Down” (2006), “Castrum Live”, “Full Total” (2005), “In pectore”, “N.E.K. nessun effetto kollaterale” (2004), “Avverse reazioni 2.0”, “Profonde superfici” (2003), “Compatibilmente (sé)” (2002). Nel novembre 2010 collabora alla creazione e danza nelle coreografie di Roberto Castello (C.ia Aldes) per il programma di Fazio/Saviano “Vieni via con me” in onda su RAI 3.

VIOLET SCRAP
Danzatrice e insegnante di Tribal Fusion in Italia e nel mondo. Dal 2012 ha danzato e insegnato in USA, Cina, Giappone, Europa, Australia, India, Russia, Kazakhstan, Argentina, Brasile, Polonia, Croazia, Bosnia Erzegovina, Israele, Mozambico etc. Lo stile Tribal Fusion lo studia con Mardi Love, Samantha Emanuel, Manca Pavli, Ariellah Aflalo, Kami Liddle, Heather Stants, Cera Byer ed altri. Pratica anche Danze Urbane (Popping, Vogue, Waacking, House), Danze Orientali (Raqs Sharqi, Raqs Baladi, Saidi, Kaleeji, Ghawazee, Bharatanatyam, Odissi) e Yoga. Accompagna come danzatrice i gruppi di world music Groowa Circus e Cardiac Rhythm. Vive a Torino.

Laboratorio Teatrale

LABORATORIO TEATRALE
a cura di Emiliano Valente

Un percorso di un anno riassunto in dieci punti. E’ una sintesi, il resto lo si scopre facendo:

– Incontrarsi: avere la possibilità di ritrovarsi in una spazio neutro, insieme ad altre persone sconosciute, eliminando giudizi e sovrastrutture si avrà maggiore possibilità di scoprire la propria identità.
– Giocare: recitare in molte lingue viene tradotto con giocare. Il teatro è il gioco che  possiamo permetterci anche da adulti. Qualche tecnica, poche regole e tanta disponibilità.
– Fidarsi: imparare a fidarsi delle proprie capacità, dei propri errori, degli altri, riuscire a sentirsi all’interno di un gruppo.
– Lasciarsi andare: scoprire i propri limiti e le proprie capacità attraverso il gioco teatrale e il confronto continuo con se stessi e con un gruppo.
– Mettersi in discussione: non esiste giusto, non esiste sbagliato, esiste solo la sincerità espressiva. Per raggiungerla occorre mettersi alla prova, accettare gli errori, superare i tabù, le paure, i dogmi, rimescolarsi continuamente.
– Muoversi: scoprire attraverso il gioco e gli esercizi fisici le proprie possibilità motorie, la propria coordinazione, la propria capacità di movimento e di espressione. Scoprire ritmo, tempo, elasticità fisica, linguaggio del corpo.
– Parlare: unendo conoscenze tecniche di respirazione e fonetica all’arte di raccontare scoprire e analizzare il proprio modo di comunicare.
– Ascoltare tutti i sensi: togliere il primato della vista scoprendo le innumerevoli capacità degli altri sensi. Esistono già, occorre solo imparare a riconoscerle.
– Improvvisare: liberare la parte creativa mettendola al servizio di sé e del gruppo.
– Rappresentare: l’atto conclusivo, non per forza il più importante, il raccordo finale di un percorso, il riassunto di un insieme di elementi sparsi lungo un intero anno. Indossare altri panni per svelarsi e trovarsi.

Il  mercoledì dalle  20.00 alle 22.00
inizio lezioni 3 ottobre, prima lezione gratuita e senza impegno
Costo di iscrizione 30€ – costo mensile 40€

emiliano valente

Emiliano Valente, autore, attore e regista teatrale. Nei suoi primi anni di carriera è attore della compagnia  Teatro Internato diretta da Stefano Tè. Nel 2005 intraprende la sua carriera solista. All’attivo 8 spettacoli:

–  La Banda del Gobbo. Mito e resistenza popolare nei nove mesi di occupazione nazista. Oltre 350 repliche all’attivo in molti teatri di Italia, in festival e nelle scuole.
– Tempo. Monologo in 4/4. Un suo estratto “ Nessuno” vince il premio della critica del Premio Tre Racconti sul Comò al Teatro Lo Spazio di Roma.
– Mattone dopo Mattone. Un on the road cacio e pepe. In numerosi festival nazionali.
– Belle Bandiere. Di Lorenzo Misuraca.
– Non parlarmi di mafia. Di Lorenzo Misuraca. Progetto per le scuole in collaborazione con l’associazione antimafia DASUD
–  Namolletta. Nel cartellone di Teatri di Roma.
– 55 Minuti e 20 Secondi. Di e con Valeriano Solfiti. Nel cartellone di Teatri di Roma.
– Mi troverai tra le costellazioni. Storia di resistenza Picena.

I suoi spettacoli non hanno un unico stile riconoscibile, si passa da tematiche sociali e civili a storie surreali e grottesche. I tratti riconoscibili sono l’utilizzo della comicità e dei dialetti nelle caratterizzazioni dei personaggi e la volontà di raccontare la storia attraverso le vicende quotidiane di chi le ha vissute.

Oltre al suo percorso solista numerose le collaborazioni con compagnie professioniste.
Dal 2009 è insegnante in diversi laboratori a Roma, Subiaco, Ascoli.
Dal 2009 è direttore artistico del Pollino in Festa, festival di musica e teatro a Buonvicino (Cs) e presidente dell’associazione culturale TiConZero.