30 novembre “Che Coppia!” Battiti

Che coppia!

Rotty, una donna odiosamente austera, e Andrè, tipico tamarro suo fedele compagno, si scambieranno affettuosi baci e sberle tra acrobazie in aria e non.

Rotty cercherà fino alla fine di proporre al pubblico uno spettacolo poetico ed elegante, mentre Andrè, ingenuamente, rovinerà il tutto scivolando ripetutamente in cadute di stile dal gusto decisamente troppo “terra terra”.

Se sarete fortunati potrete assistere anche alle simatiche acrobazie del loro bambino a tratti dolce ed educato e a tratti molto “Rock And Roll”!

Compagnia Circo SottoVuoto
Di e con: Eva Lunardi, Andrea Caldato e la partecipazione libera di Kenzo Caldato

30 novembre ore 21.00
Teatro Furio Camillo
via Camilla, 44 – 00181 Roma (Metro ‘A’ Furio Camillo)
Biglietto per singolo spettacolo € 13,00
Info e prenotazioni: 0697616026
www.teatrofuriocamillo.it

25 novembre “Imago” Piccoli Battiti

Imago

In un bosco fatato, la magia di un fiore e l’intervento del folletto Puck creano prodigiose metamorfosi, tragicomici innamoramenti e misteriosi equivoci. La storia verrà straordinariamente raccontata, senza parole, dal poetico connubio di circo-teatro con acrobatica aerea e a terra, verticalismo, contorsionismo, canto e musica dal vivo.

Liberamente tratto da Sogno di una notte di mezza estate di W. Shakespeare

Spettacolo adatto per bambini dai 4 anni in su.

regia Martina Favilla
con Claudia Bandecchi, Alice Casarosa, Elisa Drago, Federico Granchi, Alice Macchi, Irene Rametta
scenografie Martina Favilla
costumi Sara Torelli
attrezzature Pablo Baroni
maschera Nives Storci
luci Andrea Berselli, Fabio Giommarelli
illustrazioni Daria Palotti
progettazione grafica Nancy Barsacchi

25 novembre ore 11.00
Teatro Furio Camillo
via Camilla 44 – Roma
Biglietti: adulti 10€ – bambini 8€
info e prenotazioni: 0697616026 – info@teatrofruiocamillo.it

24 – 25 novembre “Imago” Battiti

Imago

In un bosco fatato, la magia di un fiore e l’intervento del folletto Puck creano prodigiose metamorfosi, tragicomici innamoramenti e misteriosi equivoci. La storia verrà straordinariamente raccontata, senza parole, dal poetico connubio di circo-teatro con acrobatica aerea e a terra, verticalismo, contorsionismo, canto e musica dal vivo.

Liberamente tratto da Sogno di una notte di mezza estate di W. Shakespeare

Spettacolo adatto per bambini dai 4 anni in su.

regia Martina Favilla
con Claudia Bandecchi, Alice Casarosa, Elisa Drago, Federico Granchi, Alice Macchi, Irene Rametta
scenografie Martina Favilla
costumi Sara Torelli
attrezzature Pablo Baroni
maschera Nives Storci
luci Andrea Berselli, Fabio Giommarelli
illustrazioni Daria Palotti
progettazione grafica Nancy Barsacchi

24 novembre ore 21.00 – 25 novembre ore 18.00
Teatro Furio Camillo
via Camilla, 44 – 00181 Roma (Metro ‘A’ Furio Camillo)
Biglietto per singolo spettacolo € 13,00
Info e prenotazioni: 0697616026
www.teatrofuriocamillo.it

23 novembre “Lascia il tempo che trovi” Battiti

Da Lascia il tempo che trovi
Teodora Grano, Chiara Lucisano e David Assuntino
eseguono
Primo Tempo – ovvero immagine mobile dell’eternità

con:
Teodora Grano È quella bassa
Chiara Lucisano È quella un po’ più alta
David Assuntino È quello
La Mirror Ball È l’innominabile splendore
Gli Sgabelli Sono il cosmo che gira

COLLABORAZIONE DRAMMATURGICA Vocabolario Etimologico della Lingua Italiana Ottorino Pianigiani
COLLABORAZIONE COREOGRAFICA Moto elicoidale del sistema solare , con la collaborazione delle forze in esso agenti

TECNICHE UTILIZZATE
Spinning su cuscinetti a sfera e su fune
Contrappeso
Forza centrifuga e centripeta
Moto orbitale, Moto di rotazione, Moto elicoidale

DURATA
1800 secondi,
circa 1/10 del periodo di rotazione terrestre,
un tempo indefinito di contemplazione del movimento della volta celeste

Secondo uno schema elementare il primo tempo potrebbe essere l’eternità. Poiché non ha durata , Nè inizio Nè fine ci siamo appellate a una serie di associazioni libere e a tratti ingiustificate per arrivare a qualcosa di concreto. Alla fine siamo arrivate alla conclusione che ci eravamo perse nello spazio infinito.
A quel punto, visto che c’eravamo, abbiamo deciso di inviare una cartolina da lì, dal cosmo.
Seguendo alla lettera le istruzioni del dizionario in cui si evince che il:
còsmo- [dal gr. κόσμος, propr. “ordine”, e “mondo, universo” in quanto ordine universale] Sia L’intero Universo, considerato un tutto armonico e ordinato;
Abbiamo deciso di non aggiungere nulla a tutto quello che era già visibile. Lasciando solo la purezza delle forze.

A dirla tutta
PRIMO TEMPO, ovvero immagine mobile dell’eternità è parte di un progetto più ampio: () T.I.D.E. () time is disappointively elusive che dal 2016 vede Teodora Grano e Chiara Lucisano impegnate- partendo da una riflessione concettuale sul tempo – sulla ricerca di una scrittura coreografica e drammaturgica per il circo.

23 novembre ore 21.00
Teatro Furio Camillo
via Camilla, 44 – 00181 Roma (Metro ‘A’ Furio Camillo)
Biglietto per singolo spettacolo € 13,00
Info e prenotazioni: 0697616026
www.rassegnabattiti.it

CREDITS
Parte del progetto
() T.I.D.E. () time is disappointively elusive
Di Teodora Grano e Chiara Lucisano
Con David Assuntino, Teodora Grano, Chiara Lucisano
Composizione suono e musiche David Assuntino
Luci Alice Tentella
Costumi Raffaella Toni
Oggetti Cristiano Capoccia
Col sostegno di Teatro Furio Camillo, Rassegna BATTITI, Ass. Il Circo Verde

19 – 20 novembre Workshop di Giocoleria

Deep Juggling
condotto da Stefan Sing

I laboratori di giocoleria di Stefan Sing sono conosciuti in tutto il mondo. Essendo uno dei pionieri nel vitalizzare l’arte della giocoleria, e avendo più di 25 anni di esperienza nell’insegnamento a principianti e professionisti, chiunque può acquisire grande ispirazione e grandi progressi tecnici dalle sue lezioni.
Oltre al lavoro tecnico di connessione fra i nostri corpi e gli oggetti al di fuori (giocoleria organica), il focus sarà l’esplorazione di una via metaforica nel fare giocoleria.
La giocoleria è comunicazione, la giocoleria è un linguaggio, la giocoleria è leggibile- la giocoleria è più che giocoleria.
La giocoleria raggiunge un livello differente se è un contenitore di qualcos’altro- un’emozione, un’atmosfera, un pensiero ecc.
Attraverso il lavoro con gli altri, l’improvvisazione, le coreografie e le discussioni, proveremo ad approfondire la nostra comprensione del potenziale di giocoleria, per raggiungere il dentro e fuori di sé ad un livello più profondo..

«Se siamo ancora più fortunati, alcuni dei giocolieri ai quali ha insegnato diffonderanno ovunque la sua buona novella di perfezione tecnica, movimento integrato, visione personale» (Juggle Magazine 3/2011)

19 e 20 novembre dalle ore 11.30 alle 16.30
Teatro Furio Camillo
via Camilla 44 – Roma
Costo: 120€
0697616026 – info@teatrofuriocamillo.it
www.teatrofuriocamillo.it

18 novembre “Il circo delle emozioni” Piccoli Battiti

Il Circo delle Emozioni

danielebolle

Il Clown Daniele Antonini ha deciso di condividere il suo percorso umano e professionale, ricco di emozioni, incontri ed esperienze, con il pubblico. Attraverso la giocoleria, la magia, le bolle di sapone, ma soprattutto attraverso la condivisione delle emozioni, presenterà uno spettacolo unico nel suo genere e irripetibile.
Vivere il fallimento come occasione per comprendere, la frustrazione nella difficoltà dell’esecuzione di una sequenza tecnica di giocoleria come preziosa possibilità per riuscire a conoscersi meglio, la soddisfazione di avere una brillante carriera alle spalle per mostrare al pubblico che tutto è possibile e che i sogni nel cassetto rimangono lì finché con coraggio e tenacia diventano realizzabili.

Di e con Daniele Antonini
Durata: 60 minuti
Per bambini dai 3 anni in su

18 Novembre 2018, ore 11.00 e ore 12.15
Teatro Furio Camillo
via Camilla, 44 – Roma
biglietto: € 8,00 bambini – €10,00 adulti
0697616026
info@teatrofuriocamillo.it

 

17 – 18 novembre Battiti “Entropia”

Entropia
di e con Stefan Sing

La giocoleria spinge Stefan Sing a sperimentare. Se gli esperimenti funzionano, bene! Se non funzionano, bene!
Gli elementi che si creano per caso hanno la loro propria bellezza e significato.
È Stefan colui che giocola o viene giocolato?
Le palline crescono nella sua testa – quante ce ne possono entrare?

Vengono costruite complesse piramidi di palline, solo per essere distrutte nel tempo.
Le stelle stanno collidendo, i quanti stanno fluttuando e dopo il Big Bang ecco il Grande Scricchiolio.
Non importa… ora… proprio ora la luce sta splendendo il palco è nero, Stefan Sing sta sudando, le palline giacciono sul pavimento e qualcuno fra il pubblico tossisce.

Entropia è un assolo di giocoleria virtuoso, minimalista, meditativo, estatico, metaforico, in un’atmosfera malinconica, mescolata a lampi di speranza.

disegno luci: christian malejka
occhio esterno: cristiana casadio, ben richter, darragh mcloughlin, matias sing
costumi: cristiana casadio
spazio creativo: katapult – berlin

17 novembre ore 21.00 – 18 novembre ore 18.00
Teatro Furio Camillo
via Camilla 44 – Roma
Biglietto intero: 13€
Prenotazioni: 0697616026 – info@teatrofuriocamillo.it

Stefan Sing è uno tra i più grandi maestri della giocoleria contemporanea che continua a sviluppare il suo stile unico dal 1985. Dopo aver completato gli studi universitari in filosofia e letteratura tedesca, continua il suo percorso studiando tecniche performative e danza all’ICAT di Berlino. Dal 2000 al 2006 Stefan Sing si esibisce in un atto unico Rain is Falling esportandolo in tutta Europa, dopo aver completato il tour con la sua nuova compagnia “Cellar and Sky”. Il suo duo di giocoleria Catch Me If You Can con Phillip Meyhöfer appare in numerosi show e festival in tutto il mondo. Nel 2009, Stefan riceve il titolo di “Giovani Talenti del Circo” insieme alla sua nuova compagnia di circo “Aiuao”. Dal 2011 porta avanti il suo lavoro accompagnato da Cristiana Casadio portando in scena in tutto il mondo la piece Tangram.

16 novembre “La gonna abitata” – Battiti

La gonna abitata
compagnia Le Mafalde

Quanti mondi ci sono dentro una persona? Quanti ricordi, quanti desideri, quante personalità? Immaginate che per gioco tutte queste sfaccettature prendano vita e si muovano silenziose intorno a chi li genera, come se la folla di pensieri che costantemente ci accompagna fosse visibile. Ogni cosa diventa simbolo per poi comporsi o svelarsi nel suo opposto: la gonna è il vaso di Pandora, la dea potnia generatrice da dove nascono personalità e pezzi del proprio io. La protagonista attraverso la musica compie un viaggio dentro sé stessa, sfoglia i propri ricordi e le proprie paure, che prendono fisicamente corpo in quella metafora della vita che è il circo. Sdoppiamenti, sparizioni, scomposizioni, pezzi di corpo, corpi in pezzi costellano la strada della consapevolezza e dell’accettazione di sé. Il finale è la baraonda di una gran festa dove colei che ha sognato balla a braccetto delle sue allucinazioni e finalmente tutto si svela: le maschere cadono.

Una gonna, tre acrobate ed una musicista danno vita ad un universo onirico dove la poesia si fonde col non-sense in una trama di pizzi e mutandoni. La troupe, tutta al femminile, declina in forma musicale e circense uno spettacolo agro-dolce, il cui ombelico in trasformazione è MaFalda: una gonna, e allo stesso tempo un essere vivente, una casa, un mondo in espansione che racchiude fra le sue pieghe le molteplici sfaccettature del suo essere… Così come ogni donna

di e con:
Veronica Canale, fisarmonica e voce
Jasmine Fornaciai, corda molle
Caterina Fort, corda verticale
Cristina Geninazzi, trapezio fisso

Costumi: Caterina Fort

16 novembre ore 21.00
Teatro Furio Camillo
via Camilla, 44 – 00181 Roma (Metro ‘A’ Furio Camillo)
Biglietto per singolo spettacolo € 13,00
Info e prenotazioni: 0697616026
www.teatrofuriocamillo.it

15 novembre Battiti “C.A.B.A.R.E’.”

C.A.B.A.R.È.
Calderone Artistico Burlesco Anarchico Rigorosamente Eclettico

cabare settimana dopoIl Teatro Furio Camillo spalanca le sue porte a C.A.B.A.R.È.!

Uno spettacolo di arte varia, sempre in divenire e con una buona dose di imprevedibilità, condito da artisti di stagione, rigorosamente biologici e a kilometro zero.

Un varietà-laboratorio aperto a tutti gli artisti che abbiano voglia di sperimentare nuovi numeri, rispolverare vecchi cavalli di battaglia assopiti nel baule, o semplicemente passare una serata a giocare a contatto con il pubblico..

15 novembre ore 21.00
C.A.B.A.R.È. All’interno della rassegna internazionale di circo teatro “Battiti”

Per chi fa spettacolo dal vivo, la possibilità di sperimentare, improvvisare con altri artisti, testare i propri numeri davanti al pubblico è una necessità primaria. 
C.A.B.A.R.È. ha l’umile pretesa di essere uno dei possibili porti dove approdare nel vasto mare in tempesta delle prove, controprove, residenze, creazioni, ricchi premi e cotillon… 

Per gli artisti: L’idea è quella di incontrarsi il giovedì stesso in teatro e prenderci insieme un po’ di tempo per costruire una scaletta efficace sulla base delle proposte che ogni artista porterà. Naturalmente dovremo calibrare la voglia di esibirsi con l’efficacia della serata, per questo non potremo eccedere nel minutaggio di ciascuna serata ma cercheremo di fare in modo, per quanto possibile, di accogliere tutte le proposte e ricavargli uno spazio adatto. 

Per informazioni e prenotazioni: 
0697616026 – teatrofuriocamilloroma@gmail.com
Biglietto: 5€

Per partecipare alla serata:
3474319838 – 3403469987 – lasettimanadopo@yahoo.it

Battiti 2018 – rassegna internazionale di circo teatro

BATTITI
rassegna internazionale di circo – teatro
dal 15 novembre al 02 dicembre 2018

Il Teatro Furio Camillo ospiterà per il sesto anno consecutivo BATTITI una rassegna di teatro di contaminazione, frutto dell’incontro tra le più alte tecniche circensi ed il lavoro d’attore. Dal 15 novembre al 02 dicembre 2018 la rassegna accoglierà spettacoli di compagnie, italiane ed estere, che utilizzano tecniche circensi differenti, raccontando una nuova realtà scenica contemporanea. La mostra fotografica di quest’anno In gioco – storia di una creazione, di Marco Bellucci, racconterà il percorso di creazione dello spettacolo May be empty della compagnia Materiaviva. Spazio verrà dato anche all’attività di formazione, con il workshop di giocoleria “Deep Juggling”, condotto da Stefan Sing.

Il 15 novembre aprirà la rassegna il C.A.B.A.R.È. Calderone Artistico Burlesco Anarchico Rigorosamente Eclettico, appuntamento fisso da ormai due anni, che riaprirà i battenti proprio all’interno della rassegna Battiti.

Venerdì 16 novembre le MaFalde presenteranno La gonna abitata. Una gonna, tre acrobate ed una musicista daranno vita ad un universo onirico dove la poesia si fonderà col non-sense in una trama di pizzi e mutandoni.

Sabato 17 e domenica 18 novembre Stefan Sing metterà in scena Entropia, uno spettacolo che include 92 palline, un giocoliere e un’atmosfera melanconica mescolata a barlumi di speranza.

Il 18 novembre alle ore 11.00 aprirà la sezione Piccoli Battiti Daniele Antonini con lo spettacolo Il circo delle emozioni. Attraverso la giocoleria, la magia, le bolle di sapone, ma soprattutto attraverso la condivisione delle emozioni, presenterà uno spettacolo unico nel suo genere e irripetibile.

Il 23 novembre andrà in scena Lascia il tempo che trovi – Primo Tempo, ovvero immagine mobile dell’eternità, un lavoro che si ispira ai moti celesti e al senso di eternità. Lo spettacolo è parte di un progetto più ampio che vede Teodora Grano e Chiara Lucisano impegnate non solo in una riflessione sul tempo, ma sulla ricerca di una scrittura coreografica per il circo.

Il 24 e 25 novembre la Compagnia Antitesi Teatro presenterà a grandi e piccoli lo spettacolo Imago, liberamente tratto da Sogno di una notte di mezza estate di W. Shakespeare, raccontato attraverso il poetico connubio di acrobatica aerea e a terra, verticalismo, contorsionismo, canto e musica dal vivo.

Il 30 novembre la compagnia Circo Sottovuoto presenterà Che coppia! Rotty, una donna odiosamente austera e Andrè tipico tamarro suo fedele compagno si scambieranno affettuosi baci e sberle tra acrobazie in aria e non.

Sabato 01 e domenica 02 dicembre Carole Madella debutterà con May be empty, regia di Roberta Castelluzzo. Lo spettacolo si sviluppa in uno spazio vuoto. Poco alla volta le clave lo riempiono ridisegnandolo. Il vuoto stesso diviene metafora dello spazio mentale in cui avviene la creazione, in un flusso di pensieri e azioni che si sviluppano in maniera tanto irrazionale quanto intima, davanti allo spettatore chiamato ad assistere ad un atto creativo privato.

Chiuderà la sezione dei Piccoli Battiti la compagnia Materiaviva con Aereoclown. Due clown, due caratteri diversi, ma con la comune curiosità irrefrenabile per tutto ciò che è buffo, strano o, per loro, incomprensibile. Un gioco travolgente da guardare con il naso all’insù.

Teatro Furio Camillo
via Camilla, 44 – 00181 Roma (Metro ‘A’ Furio Camillo)
15 novembre – 02 dicembre 2018 giovedì – venerdì e sabato alle 21,00 – domenica alle 11,00 e alle 18,00
Biglietto per singolo spettacolo € 13,00
Cabarè 5€
Piccoli Battiti: adulti 10€ – bambini 8€
Abbonamento a 6 spettacoli € 45,00
Abbonamento a 3 spettacoli € 30,00
Info e prenotazioni: 0697616026
www.rassegnabattiti.it