29 dicembre La città del Natale “Lo Schiaccianoci e il Re dei topi”

Lo Schiaccianoci e il Re dei topi

Di Alessandra Chieli e Emilio Barone
Con Emilio Barone
suoni e voci Alessandra Chieli e Emilio Barone
regia Alessandra Chieli

 Chi sono Fritz e Marie? Chi è lo strano e bruttissimo individuo che ama fabbricare giocattoli? Chi sarà l’omino di legno con i denti aguzzi di cui Marie si innamorerà? Che mondi si possono nascondere dietro dei semplici giocattoli? Questi sono solo gli indizi iniziali della favola incantata in cui Hofmann ci condurrà. Un viaggio dentro l’immaginazione e i sogni di una bambina che, attraversando le proprie paure, diventerà grande. Lo Schiaccianoci sarà il suo aiutante, che la trascinerà in un regno popolato di topi, fate, soldatini, principi, principesse, regine cattive e perfidi re. Una storia che racchiude altre storie, che si muovono come cerchi concentrici in cui Hoffmann ci fa smarrire per poi ritrovarci. Sono mondi paralleli, mondi spaventosi, mondi zuccherosi, mondi onirici, dei sogni, mondi fantastici in cui perdersi ad ogni età. Quello che faremo sarà raccontare a modo nostro una delle fiabe natalizie più famose di tutti i tempi. E allora le ambientazioni diventeranno suoni, le voci daranno vita a personaggi reali e magici, la musica diventerà anch’essa come una voce per raccontarci e accompagnarci all’interno di questi mondi. Una fiaba sonora, una scatola magica in cui tutto può succedere!

Ogni storia attraversa mille vite e questo accade grazie al narrare, al tramandare, al raccontare. Lo Schiaccianoci prende vita dalla penna del visionario E.T.A. Hoffmann, si trasforma nelle parole di Dumas, diventa danza con Cajkovskij e arriva fino ai giorni nostri. Ci piace pensare che anche noi insieme al giovane pubblico che incontreremo contribuiremo alla lunga vita di questa meravigliosa fiaba.

Compagnia Teatro Macondo
Durata: 1 ora
Età: dai 3 anni in su

Lo spettacolo è inserito nella rassegna teatrale “La Città del Natale”.

29 Dicembre 2016, ore 16.30
Teatro Furio Camillo
via Camilla, 44 – Roma
biglietto: € 8,00 bambini – €10,00 adulti
0697616026
info@teatrofuriocamillo.it
www.teatrofuriocamillo.it

28 dicembre La città del Natale “Le letterine di Babbo Natale”

LE LETTERINE DI BABBO NATALE

Sta arrivando il Natale e l’Elfo postino come ogni anno ha ricevuto da Babbo Natale l’incarico di raccogliere le letterine di tutti i bambini del mondo. Tutto sembra andare come dovrebbe fino a quando alcuni sacchi di lettere scompaiono misteriosamente. Sui luoghi del misfatto vengono ritrovati solo dei pezzetti di cioccolato.
Possibile che qualcuno stia rubando le letterine per Babbo Natale? Chi è che farebbe una cosa simile e perché? Il tempo è poco e il Natale è in pericolo…

Compagnia Brum Brum Grimm
Durata: 1 ora
Età: dai 2 anni in su

Lo spettacolo è inserito nella rassegna teatrale “La Città del Natale”.

28 Dicembre 2016, ore 16.30
Teatro Furio Camillo
via Camilla, 44 – Roma
biglietto: € 8,00 bambini – €10,00 adulti
0697616026
info@teatrofuriocamillo.it
www.teatrofuriocamillo.it

08 dicembre ore 21.00 “C.A.B.A.R.È.”

C.A.B.A.R.È.
Calderone Artistico Burlesco Anarchico Rigorosamente Eclettico

cabare settimana dopo

Il Teatro Furio camillo spalanca le sue porte a C.A.B.A.R.È.! Uno spettacolo di arte varia, sempre in divenire e con una buona dose di imprevedibilità, condito da artisti di stagione, rigorosamente biologici e a chilometro zero.
Un varietà-laboratorio aperto a tutti gli artisti che abbiano voglia di sperimentare nuovi numeri, rispolverare vecchi cavalli di battaglia assopiti nel baule, o semplicemente passare una serata a giocare a contatto con il pubblico..

Ogni primo giovedì (plausibile) del mese
08 dicembre ore 21.00

Per chi fa spettacolo dal vivo, la possibilità di sperimentare, improvvisare con altri artisti, testare i propri numeri davanti al pubblico è una necessità primaria. C.A.B.A.R.È. ha l’umile pretesa di essere uno dei possibili porti dove approdare nel vasto mare in tempesta delle prove, controprove, residenze, creazioni, ricchi premi e cotillon…

Per gli artisti: L’idea è quella di incontrarsi il giovedì stesso in teatro e prenderci insieme un po’ di tempo per costruire una scaletta efficace sulla base delle proposte che ogni artista porterà. Naturalmente dovremo calibrare la voglia di esibirsi con l’efficacia della serata, per questo non potremo eccedere nel minutaggio di ciascuna serata ma cercheremo di fare in modo, per quanto possibile, di accogliere tutte le proposte e ricavargli uno spazio adatto.

Per informazioni e prenotazioni:
0697616026 – teatrofuriocamilloroma@gmail.com

Per partecipare alla serata:
3474319838 – 3403469987 – lasettimanadopo@yahoo.it

03-04 dicembre Battiti “Naufraghi”

Naufraghi

Naufraghi1

Liberamente ispirato a La Vera Storia di Luciano di Samosata
testi Gianluca Riggi
regia Roberta Castelluzzo
con: Roberta Castelluzzo, Alessandra Lanciotti, Gianluca Riggi, David Abatini

Naufraghi, già rappresentato con il titolo La Vera Storia de la Storia Vera, nel 2002 a poi ripreso nel 2009, trae spunto dai racconti di Luciano da Samosata, diviene nel testo riscritto da Gianluca Riggi un canto d’amore, un viaggio fantastico ed improbabile in mondi lontani, un navigare tra lingue e dialetti persi, dispersi e reinventati.
La nave con a bordo il bellissimo Chiunaraa naufraga in isole fantastiche dove personaggi femminili si innamorano di lui, è un amore ancestrale, viscerale, che esce dalla “panza”, ogni personaggio femminile appartiene ad un dialetto, ad un linguaggio differente, ed è quindi la lingua usata a determinare la terminologia dell’amore, i suoi modi e tempi, la sua archetipica visceralità. È un viaggio scenico, una teatralità semplice ed immediata attraverso l’acrobatica (l’uso del cerchio aereo, della rete, della corda aerea e della giocoleria) nella sua essenzialità visiva ed estetica. La fusione di corpo e lingua divengono un tutt’uno che conduce la narrazione e la porta là dove il fantastico solamente può creare mondi lontani ed impossibili.
La scelta registica, di Roberta Castelluzzo, ha voluto coniugare la poesia del testo e della favola con il lavoro dell’acrobatica aerea e con l’evocazione onirica a cui porta naturalmente la tecnica e l’arte circense. L’amore è l’elemento unificante, l’amore è il collante di tutti i personaggi, la sua impossibilità diventa sogno, viene descritto con l’uso di linguaggi differenti, nonostante questo è sempre uguale: in ogni terra, in ogni mare, in ogni isola, c’è una donna che ama ed un uomo chiuso nel suo narcisistico volere che riparte sempre per un altro dove. La prima edizione dello spettacolo ha ricevuto la “Menzione speciale alla Biennale dei Giovani Artisti d’Europa e del Mediterraneo” nel 2002-2003.

Teatro Furio Camillo
via Camilla, 44 – 00181 Roma (Metro ‘A’ Furio Camillo)
03 dicembre 2016 ore 21,00 – 04 dicembre ore 18,00
Biglietto per singolo spettacolo € 13,00
Abbonamento a 6 spettacoli € 48,00
Abbonamento a 3 spettacoli € 30,00
Info e prenotazioni: 0697616026
www.teatrofuriocamillo.it

01 dicembre Battiti “Mesa”

MESA

mesaloclow

Mesa racconta un incontro inaspettato, uno di quegli incontri che stravolge l’essere di una persona. In uno scenario statico, composto solo da un tavolo, un pensatore vedrà entrare di prepotenza nella sua vita un personaggio che, mettendo tutto sottosopra, gli farà scoprire la bellezza che può nascere dall’unione tra due anime apparentemente diverse che si legano perfettamente tra loro. L’incontro tra due corpi, l’incontro tra due anime, l’incontro tra due discipline, in bilico tra sogno e realtà.

Di e con Nicolò Bussi e Claudia Murgioni

Teatro Furio Camillo
via Camilla, 44 – 00181 Roma (Metro ‘A’ Furio Camillo)
01 dicembre ore 22,00
Biglietto per singolo spettacolo € 8,00
Info e prenotazioni: 0697616026
www.teatrofuriocamillo.it

26 – 27 novembre Battiti “Casa de Tabua”

Casa de Tábua

lowcasadeTabua

 Chi avrebbe mai detto che quella casa potesse andare cosi lontano. In una giornata iniziata come quella di ieri, non ci si poteva aspettare tanto. La cosa certa è che un incontro importante arriva dopo un lungo viaggio e così è stato. Due Mondi. Lui con la sua casa viaggiante, lei con la sua casa sonora. Lui con il suo silenzio impacciato e morbido, lei con le sue abitudini precise e ritmiche. Il loro incontro davanti allo sguardo del pubblico li rende ancora più assurdi, più fragili a tal punto che i martelli ballano per loro. Vedersi dalla terrazza ma non riuscire a trovarsi davanti alla porta, pulire casa, sognare, far colazione, darsi appuntamento sotto un lampione sopra una sedia e salutarsi. Casa de Tábua è un incontro inaspettato tra suono e gesto che rivela il lato comico dell’uomo nel quotidiano. Casa de Tábua è un luogo assurdo ma per noi così reale, che se un giorno riprendessimo quel viaggio lo vorremo portare appresso proprio come le nostre case.

Di e con André Casaca e Irene Michailidis
Produzione Teatro C’art Comic Education

Teatro Furio Camillo
via Camilla, 44 – 00181 Roma (Metro ‘A’ Furio Camillo)
26 novembre 2016 ore 21,00 – 27 novembre ore 18,00
Biglietto per singolo spettacolo € 13,00
Abbonamento a 6 spettacoli € 48,00
Abbonamento a 3 spettacoli € 30,00
Info e prenotazioni: 0697616026
www.teatrofuriocamillo.it

17 novembre – 04 dicembre mostra fotografica “Battiti”

“BATTITI” MOSTRA FOTOGRAFICA

a cura del CSFadams

locandina mostra battiti

Gli scatti raccolti in questa mostra raccontano le creazioni che hanno preso vita all’interno dello spazio del Teatro Furio Camillo e che andranno in scena per la prima volta nella rassegna Battiti 2016. Lo sguardo dei fotografi racconta il processo creativo, gli attimi in cui qualcosa cambia e prende forma, la nascita di uno spettacolo e l’energia che produce la creazione stessa.

Fotografi: Marco Bellucci e Alessandro Benvenuti

Il CSF adams-Centro Sperimentale di Fotografia, attivo a Roma da 17 anni, è riconosciuto nel vasto panorama delle scuole italiane come uno dei poli di eccellenza nella preparazione alla professione di fotografo. Forte del suo corpo docente, altamente qualificato e sempre aggiornato sull’evoluzione della professione e della cultura fotografica, organizza annualmente mostre, seminari, incontri con gli autori e workshop che consentendo percorsi di formazione personalizzati, costituiscono la garanzia per un apprendimento di sicuro successo e di alto profilo.

Ingresso libero

Teatro Furio Camillo
Inaugurazione con aperitivo il giorno 17 novembre alle ore 21.00
Dal 17 novembre al 04 dicembre 2016
Dal lunedì al venerdì dalle 14.00 alle 18.00; nei giorni di spettacolo l’orario della mostra sarà prorogato fino alle 21.00.
Per ulteriori informazioni visitare il sito www.teatrofuriocamillo.it oppure telefonare al numero 06.97616026

11 – 12 novembre “Lo spezzatino è nel bagno”

Gli Arzilli tranne Piero presentano

Lo spezzatino è nel bagno
scritto e diretto da Angelo Tria

lo spezzatino è nel bagno

Cosa accade in un appartamento quando un evento come la morte viene a sconvolgere il normale andamento quotidiano?
E se poi le ultime volontà del defunto chiedono che tutti si comportino come se nulla fosse accaduto?
Riprendendo ed aggiornando una celebre opera di Achille Campanile, l’autore mostra i vizi e le virtù di un appartamento borghese dei nostri giorni dove l’apparenza conta più della realtà e dove l’apparenza stessa crea una realtà più vera della realtà stessa.
Fra pettegolezzi e sospetti si dipana una vicenda che ci fa riflettere sui nostri comportamenti quando questi hanno come specchio i nostri vicini di casa, gli amici, i parenti.
In un’epoca in cui lo scorrere di notizie diventa un rumore di sottofondo che non tace mai, nascondere una notizia diventa un problema enorme che può far nascere equivoci, incomprensioni e dove la verità giace sul letto di morte insieme al protagonista della vicenda.

Teatro Furio Camillo
via Camilla 44
11 novembre ore 21.00
12 novembre ore 18.00 e ore 21.00
Per prenotazioni: 3297123454

21 – 23 ottobre “Coreutica – Frontiere”

Coreutica-Frontiere

dedicato a Samia Yusuf Omar

LOCANDINA COREUTICA Teatro Furio Camillo

Coreutica – Frontiere è un viaggio vitale, vivace e cangiante, tra i ritmi del Mediterraneo, che dal passato, dalle tradizioni, dalle nostre origini, si rivolge alla visione di una realtà contemporanea. Il viaggio è anche tempo che scorre, che rende immobili o in perpetuo movimento. Il viaggio sopravvive nei racconti, e ciò che ne rimane è una eco nostalgica o una voce persistente. I popoli si mettono in cammino, proprio quei popoli che hanno nelle suole lacere la memoria delle loro origini, i popoli si mettono in cammino come la loro voce, come i loro suoni che non hanno frontiere.

I popoli si mettono in viaggio per un progetto nuovo, per una nuova vita per condividere un pezzo di terra, un pezzo di mare, un pezzo di cielo e la speranza che la “coperta” non sia troppo corta.

Spesso il destino è nel mare, che non ha occhi né orecchi, ma suoni stridenti di ventri di ferro, di canti e ritmi che rallegrano i nostri i giorni. Tutto affrontato con un sorriso, col disincanto,  la leggerezza che nasconde a volte un’insostenibile verità.

Ideato e diretto da: Francesca Ferrari.

Interpreti: Marianna Cifarelli, Andrea Colangelo, Paloma Dionisi, Fulvia Farcomeni, Francesca Ferrari, Barbara Forti, Aurora Pica, Sara Roque, Elia Salvatori, Fabio De Vincenti e con la partecipazione di Eugenio Ravo.

Musiche originali: Andrea Colangelo, Fabrizio Cammisuli.

Direzione artistica: Igor Geat.

Costumi: Arianna di Lembo.

Nel foyer, a partire dalle 19:30,  sarà ospitata la seconda edizione del “MEDinROME” a cura di Igor Geat. Nell’ambito del MEDinROME – il mediterraneo nel cuore di Roma – , in collaborazione con il progetto “Un mare di cultura” verrà presentata la mostra “Gli stabili del Mare”, la piccola Biblioteca del Mediterraneo e incontri con autori.

Teatro Furio Camillo
dal 21 al 23 ottobre
tutti i giorni alle 21,00 – domenica alle 18,00
Biglietto intero 13€ – Ridotto 10€ – tessera associativa 2€
Info e prenotazioni: 0697616026 oppure info@teatrofuriocamillo.it

14 – 16 ottobre “Lascio alle mie donne”

Lascio alle mie donne
di Diego Fabbri

Locandina_ok

“Le donne, un variegato universo di donne (Virginia e Olga, certamente, ma anche Sofia e poi Isabella), che si muovono, più o meno inconsapevoli, intorno a Renato, defunto, ma comunque presente in scena, evocato con forza dalle clausole inattese del suo testamento. A gestire il lascito, affiancato saggiamente da Gaetano, il notaio Enrico, prima serio e professionale, poi incuriosito, forse lievemente disorientato e infine travolto da quella multiforme presenza femminile ….”

14 ottobre ore 20.45
15 ottobre ore 16.30 e ore 20.45
16 ottobre ore 17.00
Biglietto posto unico: 12€ + 2€ tessera associativa

Teatro Furio Camillo
Prenotazioni: 0697616026 oppure info@teatrofuriocamillo.it
nuke.compagniaaria.it