07 aprile Rosso senza naso “Magari”

Magari

magaribaule

Due attrici giocano con comicità e poesia, affrontando i delicati temi della diversità e della difficoltà di comunicare. Lo spettatore è chiamato ad affacciarsi nell’intimità di un dialogo tanto strampalato e surreale quanto intenso, ma nel quale, in fondo, ognuno di noi può riconoscersi. Lo spettacolo utilizza il linguaggio del corpo, dell’acrobatica aerea, del clown e della musica, per raccontarci una storia senza storia, un luogo tanto claustrofobico quanto libero.

di e con Emanuela Belmonte e Alessandra Lanciotti
Regia di Emanuele Avallone
Compagnia Materiaviva e Compagnia La settimana dopo

07 aprile 2017 ore 21.00
Teatro Furio Camillo
Via Camilla 44 – Roma
Biglietto: 13€ – tessera associativa 2€
Info e prenotazioni: 0697616026 – info@teatrofuriocamillo.it
www.teatrofuriocamillo.it

04 – 09 aprile “Rosso senza naso”

Rosso senza naso

locandina

La comicità surreale, il nonsense  la risata poetica e intelligente, questi gli elementi chiave della rassegna Rosso Senza Naso. Con questa iniziativa il Teatro Furio Camillo, in collaborazione con La Compagnia della Settimana Dopo, intende dare spazio e respiro ad un umorismo intelligente e strampalato, tipico del clown teatrale e  della grande tradizione comica che passa da Karl Valentin a Buster Keaton per arrivare ai Monty Python.

Il programma:

Martedì 04 aprile
ore 21.00 conferenza lezione tenuta da Emmanuel Gallot-Lavallée “Insegnerò l’arte di Meravigliarsi

Mercoledì 05 aprile
ore 17.30 Inaugurazione mostra dei quadri di Emmanuel Gallot-Lavallée

Giovedì 06 aprile
ore 21.30 C.A.B.A.R.È. Speciale Magnitudo Circo

Venerdì 07 aprile
ore 21.00 “Magari” spettacolo di clown trapezio e dizionario. Compagnia Materiaviva e La Settimana Dopo

Sabato 08 aprile
ore 19.00 presentazione libro “Mimo e Maschera” di Michele Monetta e Giuseppe Rocca

ore 21.00 “La Linea Rossa” spettacolo di comicità surreale.  Compagnia I Circondati

Domenica 09 aprile
ore 11.00 speciale bambini spettacolo “Aereoclown

ore 18.00
La Linea Rossa” spettacolo  di comicità surreale. Compagnia I Circondati

Costo spettacoli:
CABARE € 5
Aereoclown € 8 bambini 10 adulti
Magari € 13 ridotto € 10
La linea Rossa € 13 ridotto € 10
tessera associativa € 2

Teatro Furio Camillo
Via Camilla 44 – Roma
Informazioni e prenotazioni
0697616026 – info@teatrofuriocamillo.it – www.teatrofuriocamillo.it

05 marzo Tre Passi di Donna “Gaia”

Gaia

Gaiatessuto

Gaia è uno spettacolo su come sia possibile unire il circo e il teatro in un monologo che è in realtà dialogo fra aria e terra. Gaia è stata uccisa dalla furia possessiva del suo ragazzo, ma non lo ricorda. È uno spirito con una storia da ricordare, da rivivere e da raccontare, così da riuscire finalmente a lib(e)rarsi in aria.

Teatro Furio Camillo
via Camilla, 44 – 00181 Roma (Metro ‘A’ Furio Camillo)
05 marzo ore 18,00
Biglietto intero 13€ – ridotto 10€ – Abbonamento 3 spettacoli 30€
Info e prenotazioni: 0697616026 – info@teatrofuriocamillo.it
www.teatrofuriocamillo.it

04 marzo Tre Passi di Donna “White Siberian”

White Siberian

Valentinabincoenero

Riempire costantemente ogni singolo spazio e tempo che viviamo ci porta sempre più verso un totale annullamento della nostra embrionale veridicità. Lo spazio del singolo è perso nella costante e indotta necessità di tutto. La presenza simultanea di tutti i colori crea il bianco che in Oriente significa lutto, morte. La perdita quindi della possibilità di singole sfumature, una condizione di freddo deserto bianco. White Siberian.

Di Valentina Versino
Con Michela Mucci e bricolagedancemovement:
Ilaria Amato, Sara Bertoglio, Giulia Botta, Maria Caniglia, Emanuele Grazini, Elena Paglialunga, Giulia Pazzaglia, Roberta Storelli.

Teatro Furio Camillo
via Camilla, 44 – 00181 Roma (Metro ‘A’ Furio Camillo)
04 marzo ore 21,00
Biglietto intero 13€ – ridotto 10€ – Abbonamento a tre spettacoli 30€
Info e prenotazioni: 0697616026 – info@teatrofuriocamillo.it
www.teatrofuriocamillo.it

 

03 marzo Tre Passi di Donna “Rien ne va plus”

Rien ne va plus

Riennevaplus

Il bel testo che Marina Romondia scrive a partire dalla sua personale esperienza di moderatore di siti dedicati al gioco d’azzardo, frequentati da centinaia di persone dominate da quella tensione solitaria, va a fondo. Protagonista ne è Martina, una ragazza come tante, che vive con la nonna e attraversa esperienze e scelte che segnano come in una sequenza cabalistica i suoi 17, 21 e 24 anni, dando via libera alla vertigine di giocare e puntare sempre di più. Giocare per Martina non ha niente a che fare con la vincita o la perdita, che si equivalgono e sono solo il trascurabile esito dell’atto di giocare, quanto appunto con quella natura che evocata nella sua essenza e lasciata libera di fluire, senza argini, fa paura.

Sulla scena, una poltrona, una sedia e uno sgabello con le ruote. I personaggi, Martina e la nonna, si muovono in uno spazio che a seconda dei momenti della narrazione si trasforma; ora è la cameretta, ora il salotto di casa, ora è il casinò ora è la sala slot di un piccolo bar di provincia. Il monologo si apre con Martina, adolescente col vizio del gioco, che rientra a casa col morale di un condannato a morte: deve dire alla nonna con cui vive che ha appena perso tutta la sua pensione al gioco riducendole sul lastrico per un intero mese.

di e con Marina Romondia
regia Nicoletta Robello Bracciforti
drammaturgia della scena Nicoletta Robello Bracciforti, Marina Romondia
disegno luci Maurizio Coroni
musiche originali Arturo Annecchino

03 marzo ore 21,00
Biglietto intero € 13 – Ridotto € 10 – Abbonamento a 3 spettacoli € 30
Teatro Furio Camillo
Via Camilla, 44  Roma
per info:  tel. 06.97616026
info@teatrofuriocamillo.itwww.teatrofuriocamillo.it

 

02 – 05 marzo 2017 “Tre Passi di Donna”

Tre passi di donna – Rassegna di teatro al femminile
Dal 02 al 05 marzo 2017

tpdd low

Le donne, protagoniste delle storie che andranno in scena, inseguono speranze e illusioni, cercano di lottare per un’esistenza migliore, reinventandola e reinventandosi. La rassegna, ormai al quinto anno di vita, spazia dal drammatico al teatro di ricerca corporea, per dare uno spaccato dei racconti al femminile che sia al di sopra del linguaggio stesso e che racconti un universo poliedrico e senza tempo.

Il 02 marzo aprirà la rassegna il C.A.B.A.R.È. Calderone Artistico Burlesco Anarchico Rigorosamente Eclettico, appuntamento fisso di ogni primo giovedì del mese, che per l’occasione verrà declinato tutto al femminile.

Il 03 marzo Marina Romondia porterà in scena Rien ne va plus. Protagonista è Martina, una ragazza come tante, che vive con la nonna e attraversa esperienze e scelte che segnano, come in una sequenza cabalistica, i suoi 17, 21 e 24 anni, dando via libera alla vertigine di giocare e puntare sempre di più.

Il 04 marzo Valentina Versino, con Michela Mucci e BricolageDanceMovement, indagherà sulla condizione di desertificazione intellettuale che da anni avverte nel mondo della danza. Riempire costantemente ogni singolo spazio e tempo che viviamo ci porta sempre più verso un totale annullamento della nostra embrionale veridicità. Lo spazio del singolo è perso nella costante e indotta necessità di tutto. La perdita quindi della possibilità di singole sfumature, una condizione di freddo deserto bianco. White Siberian.

Il 05 marzo Martina Giuliani presenterà Gaia, uno spettacolo capace di  unire il circo e il teatro in un monologo che è in realtà dialogo fra aria e terra. Gaia è stata uccisa dalla furia possessiva del suo ragazzo, ma non lo ricorda. È uno spirito con una storia da ricordare, da rivivere e da raccontare, così da riuscire finalmente a lib(e)rarsi in aria.

Il Teatro Furio Camillo ospiterà inoltre dal 03 al 31 marzo una mostra fotografica a cura del CSF Adams. La mostra fotografica verrà inaugurata il 03 marzo alle ore 19:30 ed avrà ingresso libero per tutta la sua durata.

Biglietto C.A.B.A.R.È. € 5
Biglietto posto unico € 13+ € 2 tessera associativa – Abbonamento per 3 spettacoli €30
Tutti i giorni alle 21:00 – domenica alle 18:00
Teatro Furio Camillo in Via Camilla, 44
A 100 mt dalla Metro Linea A fermata Furio Camillo
per info:  tel. 06.97616026
info@teatrofuriocamillo.itwww.teatrofuriocamillo.it

17 novembre – 04 dicembre “Battiti, rassegna internazionale di circo teatro”

TEATRO FURIO CAMILLO – Roma
presenta

BATTITI
rassegna internazionale di circo – teatro

dal 17 novembre al 04 dicembre 2016

Battiti_loc

Il Teatro Furio Camillo ospiterà per il quarto anno consecutivo BATTITI una rassegna di teatro di contaminazione, frutto dell’incontro tra le più alte tecniche circensi ed il lavoro d’attore. Dal 17 novembre al 04 dicembre 2016 la rassegna accoglierà spettacoli di compagnie, italiane ed estere, che utilizzano tecniche circensi differenti, raccontando una nuova realtà scenica contemporanea. Tutti i giovedì della rassegna saranno dedicati alla presentazione di performance e spettacoli ancora in forma di “studio” di compagnie under 35. Inoltre anche quest’anno, oltre alla consueta mostra fotografica a cura del “CSF Adams”, la rassegna ospiterà la sezione Piccoli Battiti, dove verranno proposti spettacoli di circo teatro dedicati ai più piccoli.

Apriranno la rassegna il 17 novembre Teodora Grano e Chiara Lucisano con Lascia il tempo che trovi. È il primo frammento di una riflessione sul Tempo, è l’inizio di qualcosa che ancora deve prendere forma.

Il 18 novembre Maurizio Mancini, vincitore del bando di residenza creativa, presenterà lo spettacolo Se ce l’ho fatta io… Un artista di fama internazionale nel mondo del circo e del varietà è ormai alle prese con la routine della vita di un uomo comune: andare in ufficio, mangiare alla mensa aziendale, tornare a casa stipato nella metropolitana.  Dove lo porterà questo amore per la nuova vita? Forse solo dall’alimentari sotto casa per comprare 130 grammi di prosciutto come gli ha ordinato la moglie? Oppure?

Il 19 e il 20 novembre sarà in scena la compagnia italo-spagnola La Balsa, con lo spettacolo La zattera di pietra. Nel mezzo dell’oceano una piccola zattera va alla deriva, una montagna di tele nascondono una moltitudine di oggetti usati, doni portati dalle correnti, ricordi di un mondo perduto. Quattro naufraghi compaiono lentamente, trascinando a bordo il loro passato, le loro paure, le loro certezze, il loro sguardi, la loro speranza e i loro vizi.

Giovedì 24 novembre Martina Giuliani presenterà Gaia, uno studio su come sia possibile unire il circo e il teatro in un monologo che è in realtà dialogo fra aria e terra.

Il 25 novembre Anita Brandolini presenterà uno spettacolo di ricerca di danza contemporanea e danza aerea su tessuto, FR/AGILE. Non c’è spazio per essere fragili, dicono. Non c’è spazio né tempo per mostrarsi fragili: “controproducente!” dicono. L’imperativo: mostrarsi intraprendenti, determinati, vincenti, attrattivi, autonomi, invincibili. Reclamare uno spazio, un momento per la fragilità.

Il 26 e 27 novembre il Teatro C’art Comic Education presenterà la sua nuova produzione, Casa de Tabua. Due Mondi. Lui con la sua casa viaggiante, lei con la sua casa sonora. Lui con il suo silenzio impacciato e morbido, lei con le sue abitudini precise e ritmiche. Il loro incontro davanti allo sguardo del pubblico li rende ancora più assurdi, più fragili a tal punto che i martelli ballano per loro.

Il 01 dicembre Nicolò Bussi e Claudia Murgioni presenteranno il loro studio Mesa. In uno scenario statico di un ufficio un giovane acrobata e giocoliere ed una giovane verticalista si relazionano in una scoperta dinamica di ciò che li circonda utilizzando per scopi comuni insolite tecniche provenienti dal circo.

Il 02 dicembre la compagnia marchigiana ICircondati presenterà lo spettacolo La linea Rossa, uno spettacolo sui limiti che ognuno di noi quotidianamente instaura dentro e fuori di sé. Due clown persi nell’intimità di una dimensione sospesa si ritroveranno in un precipitare del tempo e dello spazio. Attraverso un corto circuito, una degenerazione del loro esistere, si ritroveranno a creare una frontiera, la linea rossa.

Il 03 e il 04 dicembre chiuderà la rassegna la compagnia Materiaviva con Naufraghi, liberamente ispirato a La Vera Storia di Luciano di Samosata. La nave con a bordo il bellissimo Chiunaraa naufraga in isole fantastiche dove personaggi femminili si innamorano di lui: è un amore ancestrale, che esce dalla “panza”. Ogni personaggio femminile appartiene ad un dialetto, ad un linguaggio differente, ed è quindi la lingua usata a determinare la terminologia dell’amore, i suoi modi e tempi, la sua archetipica visceralità.

Teatro Furio Camillo
via Camilla, 44 – 00181 Roma (Metro ‘A’ Furio Camillo)
17 novembre – 04 dicembre 2016 tutti i giorni alle 21,00 domenica alle 18,00
Biglietto per singolo spettacolo € 13,00
Abbonamento a 6 spettacoli € 48,00
Abbonamento a 3 spettacoli € 30,00
Tessera Associativa € 2,00
Info e prenotazioni: 0697616026 oppure info@teatrofuriocamillo.it
www.rassegnabattiti.it

13 marzo “Saglie Saglie” – Tre passi di donna

Saglie Saglie

Le radici di una città attraverso il carattere della donna

Saglie Saglie locandina - Tre passi di donna

L’Associazione culturale Sakuntala presenta, all’interno della rassegna “Tre passi di donna” a cura del Teatro Furio Camillo, “Saglie, Saglie- Le radici di una città attraverso il carattere della donna”.

Uno spettacolo teso ad esplorare in chiave contemporanea gli intrecci che irrorano le vene artistico-culturali della città partenopea. La contemporaneità del linguaggio coreutico e musicale disegna e ripercorre il paesaggio identitario della città, le cui radici attraversano le grotte della Sibilla Cumana, le voci di letterati e musicisti, le stanze borboniche.

Il fil rouge che unisce il fluire intenso di scene, immagini e suoni della città è legato alla figura della donna il cui carattere la rende custode e viva rappresentante di una cultura ricca di storia, poesia e arte.

Attraverso la sacralità e il valore socio-culturale di uno dei mestieri femminili più antichi, quello della “lavannara”, si assaporano atmosfere, profumi e sonorità tipiche della città i cui natali approdano nel mito e nella leggenda. Ad irrorare e scandire il percorso performativo caricandolo di mistica quanto rinnovata rievocazione, le pietre miliari della storia artistica di Napoli.

Dunque, il racconto coreutico-teatrale della compagnia Sakuntala viaggia all’interno della memoria partenopea offrendo un percorso carico di storica concretezza quanto di suggestiva poesia.

Regia e coreografia: Aurora Pica
Flauto Traverso: Leda Di Piro
Interpreti: Marianna Cifarelli, Francesca Ferrari, Aurora Pica, Elettra Rossi
con la partecipazione di Sabrina Scatà

13 marzo ore 18.00
Biglietto posto unico €  13,00 + € 2 tessera associativa – Abbonamento a 3 spettacoli € 30,00 – 5 spettacoli € 40,00
Teatro Furio Camillo in Via Camilla, 44
Metro Linea A fermata Furio Camillo
per info:  tel. 06.97616026
info@teatrofuriocamillo.itwww.teatrofuriocamillo.it

12 marzo “Palloncini” – Tre passi di donna

Palloncini
Poteva essere scemo

Una tragicommedia sulla diversità

 “La maggior parte della gente non capisce come altri possano soffiarsi il naso in un modo diverso dal loro
Ivan Turgenev

Una madre, Germana, è alle prese con gli ultimi preparativi della festa di compleanno del figlio piccolo, Carlino, e una banale richiesta la gela in un labirinto di dubbi. È così che il colore dei palloncini si trasforma nella porta d’accesso a un flusso – reflusso? – ininterrotto di pensieri e paure sull’identità di genere, complice la madre di un compagno di classe del piccolo, Mirella. La voce di una coscienza nervosa e molto confusa si fa largo in una serie di veri e falsi problemi, ipocrisie e sincere preoccupazioni, fino all’esplorazione del  mare magnum del web,dove chiunque scrive quello che non dice, ma pensa sotto la copertura di creativi nickname. Un ritratto tragicomico che ha la sua ragion d’essere nei recenti fatti di cronaca, dai ragazzini che si sono gettati dal balcone perché tacciati di essere diversi, ai sit-in in difesa della famiglia tradizionale.

Uno spettacolo che riflette sulla diversità, dedicato a chi pensa che ne se parli fin troppo.

Scritto da Gabriele Scotti, con Gianna Coletti
Regia Gabriele Scotti
Con Gianna Coletti e Laura Pozone

12 marzo ore 21,00
Biglietto posto unico €  13,00 + € 2 tessera associativa – Abbonamento a 3 spettacoli € 30,00 – 5 spettacoli € 40,00
Teatro Furio Camillo in Via Camilla, 44
Metro Linea A fermata Furio Camillo
per info:  tel. 06.97616026
info@teatrofuriocamillo.itwww.teatrofuriocamillo.it

11 marzo “43 paia di scarpe” – Tre passi di donna

43 paia di scarpe

Adelina Guadagnucci ha sempre cercato di vedere il mondo da una prospettiva diversa. Questo è stato anche il grande insegnamento che ha lasciato a 43 orfani di guerra ai quali ha fatto da mamma, prima a Intra poi a Verbania. Adelina è una donna che negli anni ‘30 è partita da Massa perché voleva conoscere il mondo. Ma il mondo stava cambiando, e di lì a poco sarebbe scoppiata la guerra. Sospinta da valori sociali e morali pacifisti e rivoluzionari, Adelina capì presto che per cambiare il mondo bisognava partire dai bambini, gli adulti del futuro; così dedicò tutta la sua vita all’Istituto Pedroni, da lei fondato, che avrebbe ospitato dei bambini orfani di guerra. Ne accolse ed educò 43.

Queste persone, anche in età adulta,  hanno sempre ricordato Adelina come una mamma e come una grande maestra di vita. Perché la sua non era solo accoglienza, ma una vera e propria missione. Nell’istituto Pedroni si introdussero nuovi metodi educativi e di convivenza sociale, alla base dei quali c’era la solidarietà e la responsabilità individuale.

“43 paia di scarpe”, monologo scritto e diretto da Riccardo Ricciardi, ripercorre tramite la voce di Adelina, interpretata da Alessandra Evangelisti, tutta la genesi dell’Istituto e descrive l’esperienza di quella che è diventata una vera e propria famiglia. Nel monologo conosciamo la dolcezza, ma anche tutta la grinta di questa donna che con forza ha superato i mille ostacoli che incontrò per aprire e mantenere l’istituto; impariamo i metodi con i quali Adelina educò questi ragazzi; entriamo nell’interiorità di una donna che aveva 43 figli ma che in realtà non fu mai madre.

Scritto e diretto da Riccardo Ricciardi
Con Alessandra Evangelisti

11 marzo ore 21,00
Biglietto posto unico €  13,00 – Abbonamento a 3 spettacoli € 30,00 – 5 spettacoli € 40,00
Teatro Furio Camillo in Via Camilla, 44
Metro Linea A fermata Furio Camillo
per info:  tel. 06.97616026
info@teatrofuriocamillo.itwww.teatrofuriocamillo.it