Leggerezza

0012-leggerezza
0033-leggerezza
0040-leggerezza
0078-leggerezza
0081-leggerezza
0093-leggerezza
0110-leggerezza
0114-leggerezza

La leggerezza che muove il respiro, la leggerezza che sostiene il vento, la leggerezza posata di una nuvola che cambia la sue forme inconsistenti. Ogni movimento nell’acrobatica aerea cerca di vincere sulla gravità, ogni movimento cerca la leggerezza e la sospensione.
Una narratrice percorrerà il filo poetico dello spettacolo con le parole di Lucrezio, di Cyrano, di Leopardi, Calvino e delle storie della mitologia antica. Le faranno eco le coreografie sia a terra che in aria su tessuto, su trapezio e su corda in un crescendo verso il cielo che porta il corpo alla leggerezza e alla sospensione.
Lo spettacolo è accompagnato da musica dal vivo con un chitarra elettrica e voce.
La ricerca sui testi si è ampliata toccando anche la poesia di Ungaretti e il testo delle Città Invisibili di Calvino, seguendo la linea poetica che ha unito autori di periodi e culture così lontani fra loro tra cui Lucrezio, Cyrano, Leopardi, Dante, Shakespeare, Cervantes.
Ne nasce uno spettacolo che parte dal mito di Perseo, l’unico capace di vincere la pietrificazione, e percorre un viaggio poetico di cui i corpi che volteggiano nell’aria sono una metafora ed al tempo stesso la concreta immagine della sospensione che vince sulla gravità.
Le tecniche di acrobatica aerea, tessuto, trapezio, cerchio e corda, vengono proposte con una particolare attenzione alla narratività del corpo, fuggendo il puro virtuosismo ginnico, per lasciare che il corpo danzi nell’aria e trasporti gli spettatori in uno spazio sospeso.
Durata: 50 min in spazi interni – 25 min in spazi esterni
La compagnia è autonoma per la struttura aerea autoportante